Marsala, il candidato alle primarie del PD Di Girolamo incontra la cittadinanza

141

La Politica che va tra la gente. Sostenuta dalla gente che non vuole uccidere la speranza.
Partecipato e ricco di interventi l’incontro tenuto ieri sera al bar Tahiti, in contrada Casazze a Marsala, dal candidato alle primarie del Pd dell’8 febbraio, dottor Alberto Di Girolamo, segretario cittadino del partito. [su_spacer]

Introdotto da Andrea Drago e Vito Giacalone, del Pd, Alberto Di Girolamo ha voluto da subito interagire con il numeroso pubblico, per conoscere i problemi e le esigenze di quel versante cittadino, aprendo un confronto sulla città e puntando l’attenzione sulle priorità, spesso trascurate in nome di grandi progetti, mai effettivamente realizzati. Con un linguaggio diretto, semplice, concreto ed onesto, il dottor Di Girolamo ha parlato di quello che a suo giudizio rappresenta un’emergenza cittadina, ossia il potenziamento dei servizi primari dovuti alla cittadinanza, legati alla viabilità, all’efficienza delle strade, alla segnaletica stradale, tuttora carente, alla puntualità e alla fruibilità degli autobus, ad una sanità al servizio della collettività, funzionante e in grado di rispondere con tempestività ai bisogni dei marsalesi. Ha parlato della necessità di lavorare per il perfezionamento dell’accoglienza turistica, affinché possa diventare vero volano di sviluppo del territorio, capace di creare occasioni di lavoro. Di una città più vivibile, al servizio della quale desidera mettersi a tempo pieno, dopo aver concluso il proprio percorso lavorativo in qualità di Primario di Cardiologia all’Ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani.[su_spacer]


“I tempi adesso sono maturi – ha detto – a differenza di tre anni fa, quando diversi amici vennero a chiedere di candidarmi a sindaco e io, ancora impegnato con la mia professione, ho declinato l’invito. Adesso ritengo di poter ascoltare quella lucida follia che mi spinge a voler fare qualcosa per la mia città”.[su_spacer]


Durante l’animato dibattito scaturito. con la città di Marsala al centro, si è parlato anche del porto, la mancata infrastruttura cittadina la cui realizzazione è, invece, di vitale importanza per lo sviluppo economico del territorio, di un’Amministrazione trasparente e di un’azione politica in totale discontinuità con il passato. La politica intesa come servizio, motivo per il quale, da sindaco si dimezzerebbe immediatamente come primo atto lo stipendio. Dopo l’incontro di ieri sera al bar Tahiti, il dottor Alberto Di Girolamo incontrerà la cittadinanza, per un nuovo confronto aperto su Marsala, venerdì 23 gennaio alle ore 18 nei locali dell’associazione “Il Risveglio” in contrada Terrenove-Bambina.

SHARE