Anche a Salemi bollette anomale Eas, il sindaco scrive al commissario

85

Anche a Salemi, come in numerosi centri siciliani, alcuni cittadini hanno ricevuto bollette con importi anomali da parte dell’Eas, riguardanti le eccedenze 2008/2009. Il sindaco, Domenico Venuti, che insieme con altri otto primi cittadini della provincia di Trapani ha sottoscritto una nota indirizzata al commissario dell’Eas, invita l’ente a “fare chiarezza in tempi brevi per dare ai cittadini notizie certe sugli somme dovute. L’Ente acquedotti siciliani metta in campo tutti gli sforzi possibili per stare accanto ai propri utenti – sottolinea Venuti – e verificare l’esistenza di eventuali errori nel calcolo delle eccedenze”. Il sindaco di Salemi, inoltre, ribadisce la richiesta di una moratoria di 60 giorni delle scadenze di pagamento, in attesa che vengano effettuate tutte le verifiche per le bollette considerate anomale.[su_spacer]

Il sindaco di Salemi, Domenico Venuti
Il sindaco di Salemi, Domenico Venuti

Quello delle bollette è soltanto l’ultimo dei disagi riguardanti il servizio idrico. Ai continui guasti e alle perdite che caratterizzano una rete fatiscente e da rinnovare, si aggiungono infatti periodici disservizi nell’erogazione dell’acqua in alcune zone della città. “In questi mesi il Comune è rimasto accanto ai propri cittadini intervenendo più volte nella manutenzione della rete idrica e rimediando così alle mancanze dell’Eas – spiega ancora Venuti -. Abbiamo messo a disposizione dell’ente anche un nostro mezzo per cercare di ridurre al minimo disagi che non sono imputabili al Comune. Ormai siamo di fronte a una situazione insostenibile”.

SHARE