Erice, approvata mozione sul potenziamento del banco alimentare

83
Il  consiglio comunale di Erice ha approvato, all’unanimità dei presenti, la mozione consiliare presentata dal consigliere Spagnolo avente per oggetto il potenziamento del banco alimentare.
“La mozione – dichiara Spagnolo – è solamente l’inizio di una serie di interventi e di iniziative mirate a sensibilizzare la popolazione ad un più oculato uso del cibo al fine di aiutare chi vive in condizioni di disagio economico oltre che alla salvaguardia dell’ambiente che ci circonda.
E’ necessario attuare misure concrete per limitare lo spreco alimentare coinvolgendo tutta la filiera preposta, dai produttori ai consumatori alle istituzioni locali, sensibilizzando l’opinione pubblica, a partire dalle scuole per promuovere modelli e comportamenti di consumo sostenibili e responsabili.
 
E’ paradossale come diminuiscano i consumi alimentari ma aumentino i rifiuti in pattumiera.
L’educazione riveste un ruolo fondamentale per gettare le basi su un futuro migliore e a tal fine si vuole mettere in moto un meccanismo che, in collaborazione con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione e all’assessorato Ecologia e ambiente, si intesti  iniziative all’interno delle scuole elementari che possano EDUCARE i più piccoli al rispetto per il cibo e al significato del rifiuto.
Inoltre, di concerto con tutti gli operatori del settore alimentare e non, il consigliere Spagnolo si augura che si possano concertare giornate per la raccolta di cibo e farmaci da mettere a disposizione per gli indigenti.
 
giuseppe spagnolo“Mi auguro che questa mozione possa essere solo l’inizio di un percorso che porti al rispetto del cibo che viene giornalmente trasformato in rifiuto. Supermercati, ristoranti, bar, panifici, rosticcerie, mense, farmacie…occorre creare una sinergia tra gli operatori per evitare che i prodotti , spesso in scadenza di conservazione, diventino rifiuto invece di essere messi a disposizione degli indigenti e delle associazioni locali che si prendono cura di loro. Mi preme sottolineare che insieme al movimento Cives siamo riusciti, abbiamo già messo in moto delle iniziative mirate ai soggetti meno abbienti…
Non ultima l’iniziativa fatta in collaborazione con il “mercatino dell’usato” che ha visto coinvolte alcune scuole del Comune di Erice in un progetto dalle finalità nobili quali il rispetto per il cibo, per il rifiuto e per il riuso degli stessi…
“Esiste un bisogno più originario e profondo che accomuna chi ha il cibo e chi non ce l’ha ed è quello di essere felici”- ha concluso Spagnolo.
SHARE