Matteo Mancosu, tre stagioni da ricordare…

110

“Nella mattinata di oggi è stato trovato l’accordo con l’attaccante Matteo Mancosu. Il nuovo granata ha 27 anni ed ha disputato l’ultimo campionato con la Vigor Lamezia, mettendo a segno 20 gol”.[su_spacer]

Con questa nota, risalente al lontano 27 giugno 2012, il Trapani Calcio annunciava l’approdo in maglia granata di Matteo Mancosu, attaccante che qualche mese dopo sarebbe diventato uno dei simboli della storica promozione in B e idolo dei tifosi. Novantasei presenze e 54 reti con la maglia granata in due stagioni e mezza. Una media realizzativa impressionante. Numeri che sono valsi la seconda piazza assoluta nella classifica generale dei marcatori della storia del Trapani Calcio, dietro a Nino Barraco (81 reti in 5 stagioni totali).[su_spacer]

Eppure le prime partite in granata non furono di certo delle migliori; Matteo, nonostante le doti atletiche e la straordinaria velocità mostrate sul campo, non sembrava in grado di far correre molti pericoli ai portieri avversari. Per vedere la sua prima rete in maglia granata furono necessarie 5 partite del campionato di Lega Pro. Mancosu realizzò la terza segnatura nel corso di Trapani-Cuneo, match disputato al Provinciale il 30 settembre 2012 e terminato 3-0 per i padroni di casa. Grande fu la sua gioia in occasione di quella rete; Matteo si era sbloccato. Da allora Mancosu non si è più fermato, tanto da vincere la classifica cannonieri con 15 reti davanti al proprio compagno di squadra Giovanni Abate, reti che si rivelarono fondamentali per la storica conquista della serie cadetta e la vittoria del campionato di Lega Pro. In quella fatidica domenica di maggio, il sardo fu il vero artefice della vittoria granata in quel di Cremona che segnò l’approdo in serie B della società del Comandante Morace e fece esplodere di gioia un’intera città.[su_spacer]

Per Matteo adesso si presenta l’occasione di una vita, giocare nel calcio che conta. L’attaccante granata, con una straordinaria doppietta piega il Padova all’Euganeo e regala i primi tre punti in B nella storia del Trapani. La sua stagione si chiuderà con 26 reti in 40 presenze, numeri che gli consentiranno di vincere il titolo di capocannoniere del campionato cadetto. Una stagione da incorniciare, tanto che adesso diverse società di A e B si sono accorte di lui. Il bomber sardo, che non ha mai nascosto il suo sogno di giocare in A nella squadra della sua città, il Cagliari, viene accostato a prestigiosi club del calibro di Parma, Torino ed infine Cagliari. Il suo sogno potrebbe avverarsi nella sessione di mercato di luglio, tuttavia, i club in lotta non sembrano voler far follie per accaparrarsi il capocannoniere della serie B. Da qui, la decisione della società granata di blindare il proprio attaccante e di prolungare il suo contratto, che sarebbe scaduto a giugno 2015, fino al 2017.[su_spacer]

Matteo inizia dunque la terza stagione in maglia granata e ancora una volta, nonostante una contrattura al bicipite femorale destro lo tenga fuori per circa un mese, è protagonista, totalizzando 9 reti in 17 presenze. Ed ecco giungere la pausa natalizia e il conseguente avvio della sessione di mercato. Le voci che lo vogliono lontano da Trapani si fanno sempre più insistenti e la sensazione è che stavolta il bomber granata salterà su quel treno che passa solo una volta nella vita e lascerà Trapani. A contenderselo Cagliari e Bologna, che per assicurarsi le prestazioni del bomber sardo sembrano disposte a sborsare fior di quattrini. Matteo sembra finalmente vicino al coronamento del proprio sogno, ma ad un tratto il presidente del club sardo Tommaso Giulini molla la presa e rinuncia all’attaccante.[su_spacer]

Termina la sosta invernale e si ritorna in campo. Nonostante le voci di mercato lo vedano sempre più lontano da Trapani, Mancosu continua ad allenarsi coi compagni e a fare goal. Trapani-Pescara sarà l’ultima gara giocata di fronte ai tifosi granata e Matteo li delizierà ancora una volta con una perla delle sue, un potente tiro che si infila alle spalle del portiere abruzzese. Nel frattempo il Bologna insiste per averlo e contestualmente le dichiarazioni dei vertici della società granata sembrano non dare più adito ad altre interpretazioni. Mancosu verrà ceduto. A conferma di ciò, anche la presenza del Ds del Bologna Pantaleo Corvino allo stadio Romeo Menti di Vicenza, teatro di Vicenza-Trapani.[su_spacer]

Poi  arriva quel lunedì. Già, quel lunedì che i tifosi granata non avrebbero mai voluto arrivasse. Matteo si trasferisce al Bologna, blasonata società che milita nel campionato cadetto.[su_spacer]

Foto tratta da www.bolognafc.it
Foto tratta da www.bolognafc.it

“La Società Trapani Calcio comunica di avere ceduto a titolo definitivo al Bologna l’attaccante Matteo Mancosu. Arrivato al Trapani nella stagione 2012/13 (I Divisione) è stato tra i protagonisti della promozione della squadra granata in serie B con le sue 29 presenze e 15 gol. Nella scorsa stagione, Matteo Mancosu ha realizzato 26 gol in 40 partite, laureandosi capocannoniere della serie B. A Matteo Mancosu il ringraziamento di tutta la Società granata per le esaltanti stagioni che, anche grazie al suo contributo, il Trapani ha vissuto ed un in bocca al lupo per il proseguimento della sua carriera professionale” – recita stavolta la nota del sito ufficiale del Trapani Calcio.[su_spacer]

E allora, arrivederci bomber!  Professionista dentro e fuori dal campo,  sempre silenzioso e pacato,  ma capace di entrare nei cuori di grandi e piccini grazie alle sue prodezze che hanno fatto sognare un’intera città.

SHARE