I^ Edizione del Premio Letterario Nazionale “CALLIOPE” – Insieme per scrivere

160

L’ Associazione Musicale Culturale “SANTA CECILIA”, con sede a Buseto Palizzolo ha come finalità la promozione della Musica e della Cultura in tutte le sue molteplici forme. Il presidente dell’associazione l’avvocato Antonino Sugamele insieme al direttore musicale M° Antonino Oddo per il 2015, oltre alla normale programmazione musicale, con l’approvazione di tutto il direttivo, ha indetto la I^ Edizione del Premio Letterario Nazionale “CALLIOPE” – Insieme per scrivere.[su_spacer]

Nel Premio sono previste cinque sezioni: quattro dedicate alla Poesia (libera, dialettale, in metrica, libro edito/anche e-book) e una doppia alla Narrativa (racconti brevi/componimento).[su_spacer]
Alla data del 6 gennaio, (data chiusura ricezione lavori) si sono contati 98 autori partecipanti con 147 opere provenienti da ogni parte di Italia rappresentando ben 14 regioni su 20 vantando anche un partecipante che rappresenta la Spagna – con testo in lingua italiana.[su_spacer]

La regione più rappresentata è stata la Sicilia con oltre trentacinque partecipanti seguita da Piemonte,Toscana,Lazio e Lombardia. Le uniche regioni a non essere rappresentate la Basilicata, il Molise, l’Umbria, la Val d’Aosta e la Sardegna.
Il premio è stato realizzato in collaborazione alle associazioni culturali I.P.LA.C (Insieme Per LA Cultura) di Padova, PELASGO 968 di Grottammare (AP), SAN MICHELE di Erice, JO’ di Buseto Palizzolo, con il patrocinio richiesto della Regione Sicilia e dei Comuni di Buseto Palizzolo ed Erice ed ancora con la collaborazione dell’ UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’italia).
Il premio è stato, altresì, inserito (con grande vanto) nei portali Concorsi.it e Concorsiletterari.net ed infine ha ricevuto l’apprezzamento della Casa Editrice VITALE Edizioni di Sanremo che ha messo di spontanea volontà dei premi a disposizione degli autori finalisti.[su_spacer]

Fiore all’occhiello del premio è certamente la giuria composta da valenti operatori culturali presenti e rappresentanti tutto il territorio italiano. La commissione esaminatrice sarà presieduta dalla Professoressa Caterina Guttadauro La Brasca (Bologna) di origine siciliana, valente scrittrice di successo e vincitrice di diversi premi letterari.[su_spacer]

Sarà collaborata:

-dalla Professoressa Rosa Maria Ancona (Roges di Rende – CS) la cui poesia è stata tradotta in russo, inglese, persiano, francese, rumeno e greco e per due volte “Premio della Cultura” dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri;[su_spacer]

-dalla Dottoressa Maria Rizzi (Roma) sociologa bolognese, scrittrice di elevato e riconosciuto prestigio, autrice di “Anime graffiate” – opera noir – che nel 2013 vince il primo premio al prestigioso concorso internazionale “Garfagnana in giallo”;[su_spacer]

-dalla Dottoressa Anna Burdua (Erice – TP), scrittrice e saggista prolifica, sempre presente attivamente nella attività del proprio comune a capo dei vari settori culturali e presente in moltissime giurie letterarie ed artistiche; [su_spacer]

-Paolo Buzzacconi (Roma), valente scrittore e poeta amante della poesia e della narrativa – anche dialettale;[su_spacer]

-Franco Campegiani (Marino – Roma) personaggio di spicco nella cultura nazio[su_spacer]nale, pubblicista, scrittore, critico letterario dal 2008, dottore honoris causa in filosofia;

-Antonino Barone (Trapani), affermato e riconosciuto poeta e studioso della lingua siciliana, ha fondato il bimestrale di cultura e società “Epucanostra”ed è titolare del Premio letterario “CALVINO”; Giuseppe Gerbino (Castellammare del Golfo – TP), giovane poeta, insegnante e affermato autore nel campo della poesia dialettale, grazie alla quale ha conquistato in poco tempo un posto rilevante nel panorama letterario siciliano. Vice presidente del centro culturale “Peppino Caleca”.[su_spacer]

Il Galà per la cerimonia di premiazione finale e l’evento, è previsto per il prossimo 7 febbraio 2015 presso l’auditorium dell’Hotel “TIRRENO”.Per l’occasione verrà eseguito un concerto, diretto dal M° Antonino Oddo, di musiche classiche e colonne sonore ed allestita anche una Mostra d’Arte realizzata da uno o più artisti locali. [su_spacer]

Arte, insomma, a 360 gradi intesa non solo come attività creativa ma, piuttosto, come volontà e capacità di trasmettere emozioni e “messaggi” soggettivi ma in favore di chi li vuol fare propri: l’espressione estetica che penetra l’interiorità umana!

SHARE