Eccedenze Eas 2008/2009: chiesta la sostituzione degli organi direttivi dell’Eas

94

CO.DI.CI. assieme ad Adiconsum e allo Sportello del Consumatore ha riscontrato una nota dell’Eas con la quale si ribadisce in punto di diritto che le fatture per eccedenze EAS 2008/2009, inviate a mezzo raccomandata a/r a migliaia di cittadini della provincia di Trapani, sono da ritenersi prescritte per il principio “recettizio”, in quanto pervenute dopo il 2 gennaio 2015. Migliaia di cittadini hanno infatti inviato formalmente ad EAS una raccomandata con la quale hanno eccepito l’intervenuta prescrizione.[su_spacer]

“CO.DI.CI. catalogherà diverse bollette “anomale” con consumi spropositati rispetto ad alcuni dati oggettivi (tipo nucleo familiare, abitazioni di campagna abitate un mese l’anno, contatori guasti ecc…) a dimostrazione del fatto che su tutta questa vicenda vogliamo vederci chiaro – dichiara l’Avv. Vincenzo Maltese, delegato Co.Di.Ci. Di Trapani – e che invieremo al Garante della Concorrenza e del Mercato, con riserva di interessare altre Autorità competenti. Considerati anche i danni che potrebbero ricevere le casse comunali, per non vedersi corrispondere da EAS i canoni di fognatura e di depurazione, abbiamo chiesto al Presidente Crocetta di rimuovere e sostituire gli amministratori dell’EAS per non essere stati all’altezza di condurre un ente così importante per la vita dei cittadini.

SHARE