Rinvenuti ordigni bellici inesplosi a Marsala

115

A Marsala in contrada Casablanca sono stati rinvenuti tre ordigni bellici inesplosi risalenti al secondo conflitto mondiale.

Sul posto è intervenuta una squadra specializzata del 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo che è alle dipendenze della Brigata Aosta di Messina; i guastatori entrati in azione possiedono una particolare specializzazione EOD (Explosive Ordnance Disposal) ma sono più comunemente indicati come artificieri.

image2I manufatti sono stati identificati dai militari come tre proietti d’artiglieria da 47/32 mm di fabbricazione italiana, i colpi rinvenuti completi erano caricati con esplosivo ad alto potenziale.

Il pessimo stato di conservazione degli ordigni ha reso necessario la loro distruzione, i militari dell’Esercito Italiano hanno effettuato l’operazione in sicurezza nei pressi del luogo del ritrovamento, ovvero in una cava in contrada Cicco d’Enna.

Dall’inizio dell’anno gli specialisti dell’Esercito del 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo hanno già portato a termine 3 interventi di bonifica nel territorio siciliano, con il relativo disinnesco o distruzione degli ordigni rinvenuti.

Le capacità tecniche del personale ed i mezzi in dotazione all’Esercito garantiscono il prezioso intervento in caso di pubblica utilità e per la tutela dell’ambiente. In particolare, i reparti genio, grazie alle esperienze maturate nelle missioni estere ed all’elevata connotazione “dual-use” (capacità di cooperare con le autorità civili a favore della cittadinanza  e quella operativa espressa nei teatri operativi), operano a favore della comunità nazionale sia in caso di pubbliche calamità, sia per la bonifica dei residuati bellici ancora ampiamente presenti sul territorio italiano.

L’Esercito è l’unica Forza Armata preposta alla formazione degli artificieri di tutte le forze di polizia, forze armate e corpi armati dello stato.

SHARE