Terzo appuntamento con “Eatbook” martedì 3 febbraio, al centro “Nuara-Cook Sicily”

72

Sarà il grande chef Pino Cuttaia il protagonista del terzo appuntamento di “Eatbook”, la rassegna volta ad approfondire grandi libri che hanno come filo conduttore la passione per la cucina, in corso al centro di cultura gastronomica “Nuara – Cook Sicily”, in via Bastioni 2 a Trapani.

Martedì 3 febbraio dalle 18 lo chef Cuttaia, che con il suo ristorante “La Madia” di Licata ha conquistato i più importanti riconoscimenti da parte delle più prestigiose guide gastronomiche, evocherà i ricordi, le suggestioni, le passioni raccontate nel suo libro “Per le scale di Sicilia”, edito da Giunti. A moderare l’incontro lo scrittore e giornalista Giacomo Pilati.

Per_20le_20scale_20di_20SiciliaIl libro di Pino Cuttaia racconta la sua Sicilia, con tutti i suoi sapori. Nel cuore del profondo Sud, sulla costa che guarda il Canale di Sicilia, fra il barocco ragusano e i templi di Agrigento, nel piccolo centro di Licata lo chef (due stelle Michelin) propone una cucina di altissimo valore, che attinge alle radici antiche di questi luoghi.

Nascono, le sue creazioni, dalla memoria di una Sicilia “in bianco e nero” nutrita dai ricordi d’infanzia, da una cultura popolare che intreccia istintivamente terra e mare, il mondo dei pescatori e quello dei contadini. Nasce di conseguenza un volume particolare, elegante, scandito da brevi racconti e appunti dello Chef che precedono le singole ricette, e arricchito da splendide fotografie di paesaggio, alternate ad altre che illustrano l’attività frenetica nella piccola cucina de “La Madia”: un angolo d’Italia sul quale si è appuntata, non a caso, l’attenzione della critica gastronomica più qualificata.

Eatbook di cibo e di libri” è una rassegna organizzata dall’associazione Trapani Welcome e curata da Giacomo Pilati che si avvale della collaborazione di Cantine Rallo, Trapani Tourism Service, Ai Lumi B&B e Cantina Siciliana.

All’incontro seguiranno un momento musicale a cura dei musicisti Alberto Catalanotti e Pietro Bruno e un aperitivo. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

SHARE