Marsala, il Consiglio aderisce alla mobilitazione indetta dall’Anci per protestare contro la grave situazione dei Comuni

126

Una seduta veloce e molto operativa quella di lunedì sera del Consiglio Comunale di Marsala, tornato a riunirsi a Sala delle Lapidi e convocato in primo luogo per l’approvazione dell’atto deliberativo riguardante l’adesione alla mobilitazione indetta dall’Anci Sicilia per protestare contro la gravissima situazione economica e finanziaria del Comuni Siciliani.[su_spacer]

giuramento RalloL’atto deliberativo è stato approvato all’unanimità dei presenti con 21 voti favorevoli (su 21). In precedenza, il  Consiglio Comunale, oltre alla lettura e all’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, aveva provveduto, così come imposto dalla legge e previsto dall’ordine del giorno dei lavori, alla surroga del consigliere comunale dimissionario Michele De Maria con il primo dei non eletti, signor Vito Rallo. Effettuata la surroga, il neo consigliere ha quindi prestato giuramento nelle mani del presidente Vincenzo Sturiano e del segretario Generale Bernardo Triolo, ai sensi dell’art. 45 dell’O.R.EE.LL. approvato con la legge regionale n. 16 del 15-3-1963.[su_spacer]

Parecchi gli interventi in aula di quasi tutti i consiglieri per dare il  benvenuto ed  augurare buon lavoro al neo consigliere Vito Rallo, così come numerosi sono risultati gli interventi di plauso al presidente Vincenzo Sturiano per la nota indirizzata, a nome del Consiglio Comunale, al Procuratore della Repubblica di Marsala Alberto Di Pisa dopo le minacce indirizzategli da ignoti nei giorni scorsi, unitamente agli uomini della Polizia Giudiziaria che lo affiancano.[su_spacer]

Da evidenziare, nel corso della seduta, la comunicazione ufficiale dei consiglieri comunali Gregorio Saladino e Vito Rallo di costituzione del gruppo consiliare UDC (Unione di Centro), le cui funzioni di capogruppo verranno svolte dal consigliere Vito Rallo.

SHARE