Sospensione assistenza alunni sordi, il Presidente ENS Trapani si oppone: “Ingiusto che un diritto non venga garantito”

189

A Trapani, il servizio di Assistenza alla comunicazione scolastica per alunni sordi è stato momentaneamente sospeso, per esaurimento di risorse, nelle more dell’affidamento del nuovo appalto le cui procedure sono in corso di definizione.[su_spacer]

L’ art. 13 c 3 della legge 104/92, in combinato con il Decreto dell’Assessorato degli Enti Locali della Regione Siciliana del 15/04/2003 n. 867/S7, in Sicilia dispone l’obbligo per le ex Province Regionali, ora Liberi Consorzi Comunali, di garantire la fornitura agli studenti sordi del servizio di assistenza alla comunicazione al fine di assicurare un’effettiva integrazione scolastica degli stessi nel rispetto del principio del diritto allo studio sancito dalla Corte Costituzionale.[su_spacer]

Siamo stanchi di essere condizionati dalla disponibilità economica per qualsivoglia nostro diritto ”, ha affermato il Presidente della Sezione Provinciale ENS di Trapani, Pietro Lombardo. Non è possibile permettere che quello che è un diritto non venga garantito per qualsiasi motivo si presenti, benché meno per motivi finanziari. Nella vacanza di assistenza alla comunicazione, gli studenti saranno soggetti ad un’ingiusta disparità di trattamento rispetto ai loro compagni di scuola udenti e così certamente danneggiati. E’ necessario, pertanto, che si disponga con massima celerità e con sincero interesse ai provvedimenti procedurali che possano garantire una continuità del servizio di assistenza alla comunicazione scolastica, com’è giusto ed eticamente doveroso che sia”.

SHARE