Trapani, Emergenza al centro storico

93
La situazione che stanno vivendo ormai da più di un mese i cittadini e le attività commerciali presenti nelle vie Giuseppe Verdi e San Francesco D’Assisi sta superando ogni limite.
Nei primi giorni di gennaio, un crollo di due pezzi di pietra nella parte retrostante  (parole del sindaco rilasciate ai giornali) di quello che una volta fu l’ospedale della città di Trapani, ha fatto sì che lo stesso sindaco insieme alla protezione civile, decidesse di chiudere la Via Giuseppe Verdi e la Via San Francesco d’Assisi al traffico veicolare. [su_spacer]
20150213_123948Dai primi giorni di gennaio dunque, gli abitanti del centro storico si ritrovano in una situazione paradossale e nonostante le numerose richieste  nessuno è ancora intervenuto. La Trapani Servizi Spa, da qualche tempo non invia più il suo personale a pulire le strade, nelle quali cominciano  ad accumularsi moltissimi rifiuti ed escrementi di animali.
“Per ben due volte – riferisce il Sig. Ninni Pipitone, che con una nota giunta in redazione Pipitone si è fatto portavoce dei residenti e dei commercianti della zona – agli inizi di gennaio, una commissione di tecnici (vigili, ingegneri, architetti) hanno visionato lo stato dell’immobile, ma non abbiamo ricevuto più notizie da chi ci governa”.[su_spacer]
La suddette vie sono incluse nell’itinerario della Processione dei Misteri diramato dall’Unione Maestranze, manifestazione che si terrà tra circa 45/50 giorni. (a cui si aggiunge il tratto chiuso al traffico della via Libertà)[su_spacer]
 
20150213_123938“Continuando così -lamenta il Sig. Ninni Pipitone –avremo anche la “morte” delle attività aziendali dislocate nella zona. Uno scempio che va rimosso, oltre alla messa in sicurezza del Palazzo pericolante. All’interno giorno dopo giorno vi sono piccoli crolli con conseguenti boati. Ormai divenuto dimora di topi, gatti, gabbiani e giardino di tanti “fico d’india”.[su_spacer]
SHARE