Video: Un cortometraggio per dire No alla trivellazione nel mare delle Egadi

8091

L’associazione Trapani per il futuro, per dire no all’estrazione del petrolio nel mare delle Egadi, ha deciso di realizzare un cortometraggio “Salva me, salva te stesso”, realizzato grazie alla collaborazione  con Tvio.[su_spacer]

Il video ha per oggetto una lettera scritta dal mare e indirizzata all’uomo, in cui si testimonia il difficile rapporto tra l’uomo, con il suo egoismo cieco, e la natura, spesso inascoltata e messa in pericolo in nome di interessi economici superiori. Mostrato oggi, in anteprima, al dibattito “Perché dire No alle trivelle in mare”, tenuto presso la Lega Navale di Trapani, questo piccolo tributo al nostro mare vuole essere, in realtà, portatore di un messaggio universale rivolto all’uomo per rispetto della natura in tutto il mondo. Oltre al valore ambientale del territorio trapanese, poi, questo corto testimonia l’attività di una gioventù appassionata che lotta e opera con impegno nel suo territorio. Un doppio messaggio di speranza quindi: ecologico e sociale.[su_spacer]

Giovanni Noto, membro dell’associazione Trapani per il Futuro e fautore del progetto, ha  manifestato la propria gratitudine a chi ha partecipato all’iniziativa: “Nel ringraziare i ragazzi che hanno partecipato, una speciale menzione va a Tancredi Bettio dell’associazione “Tvio”, che con gentilezza e disinteresse ci ha aiutati nel trasformare le nostre idee in immagini (girate non solo a Trapani, ma utilizzando anche la tecnologia dei droni e sequenze in time-lapse). Un saluto poi a tutti i soci di Trapani per il Futuro, ed in particolare a Gabriella Arciprete (autrice del testo e ideatrice del progetto), Serena Fazio (voce e attrice), Laura Fiorino, Giuliana La Francesca, Lorenzo Gabriele, Paolo Carini e Marco Giliberti (per il contributo artistico)” .

[su_vimeo url=”https://vimeo.com/119443659″]

SHARE