Il Ben Ryé 2012 di Donnafugata tra i migliori vini italiani, il candidato sindaco di Marsala Di Girolamo esprime soddisfazione

136

“La qualità premia sempre. Complimenti all’azienda marsalese che grazie alle indiscusse capacità ormai dimostrate negli anni ottiene nuovi riconoscimenti che inorgogliscono il nostro territorio”. Con queste parole il candidato sindaco del Pd Marsala, Alberto Di Girolamo, esprime il proprio compiacimento a Donnafugata, che ha visto premiare il suo passito di Pantelleria – il Ben Ryé, annata 2012 – come 1° miglior vino d’Italia per la guida di Luca Maroni, con il punteggio di 97/100.[su_spacer]

La presentazione de “I Migliori Vini d’Italia” si è svolta a Roma dal 12 al 15 febbraio al S. Spirito in Sassia. Protagonisti della kermesse i 60 vini premiati dalla Guida, frutto di una selezione lunga un anno, realizzata da Luca Maroni attraverso la degustazione di oltre 9.000 vini di ben 1.535 aziende produttrici. La guida di Luca Maroni mette sul podio il Ben Ryé (dall’arabo figlio del vento), passito che Donnafugata produce a Pantelleria, dove può contare su 68 ettari di vigneto, prevalentemente realizzati su terrazzamenti. Qui si coltiva lo Zibibbo con l’antico sistema della vite ad alberello all’interno di conche scavate nel terreno al fine di proteggere la pianta dai venti che sferzano l’isola. Un sistema, quello dell’alberello pantesco, appena riconosciuto dall’Unesco tra i beni immateriali patrimonio dell’umanità.

 

SHARE