Trapani, i vigili di quartiere verificheranno gli incidenti per insidie stradali

112

Sono costati più di 80.000 euro i risarcimenti,  richiesti al comune nel 2014, dalle persone che hanno dichiarato di essere state vittime di incidenti per insidie stradali (avvallamenti stradali, cera delle processioni, cani randagi ecc.). “Un enorme contenzioso che grava sulle tasche dei trapanesi” -afferma il Sindaco Damiano.[su_spacer]

Per tale ragione è stata predisposta una nuova modalità di verifica di tali incidenti, attraverso un’attività di coordinamento tra la Polizia Municipale, il settore Lavori Pubblici e l’Ufficio Legale del comune . Non sarà, quindi, più sufficiente per chiedere il risarcimento la sola dichiarazione della vittima, ma occorrerà che l’incidente venga segnalato subito e verificato dagli organi comunali. “Invito i cittadini vittime di tali incidenti –ha aggiunto il Sindaco-a informare immediatamente la Polizia Municipale che, oltre a prestare eventuale soccorso ove necessario, provvederà all’accertamento dell’accaduto ed alla eventuale segnalazione al settore di competenza delle anomalie di cui l’ente è responsabile.

SHARE