Trapani, anziano muore al Pronto Soccorso in attesa di essere curato

83

Scoppia un altro caso all’ospedale Sant’Antonio Abate, già sotto inchiesta dopo la morte del piccolo Daniel a causa di una sospetta meningite. Protagonista della vicenda, stavolta, è un imprenditore di 75 anni, Pietro Colletta, titolare di una ditta di onoranze funebri a Valderice, morto nella sala d’attesa del Pronto Soccorso del nosocomio trapanese.[su_spacer]

Nel corso della mattinata di ieri, l’uomo aveva avvertito un forte dolore al petto e si era dunque recato al Pronto Soccorso dell’ospedale per farsi visitare. Lì gli veniva misurata la pressione, risultata pari a 190, e gli veniva assegnato il “codice giallo”. Accomodatosi nella sala d’attesa, l’uomo, però, accusava un nuovo malore e si accasciava a terra. Inutili i tentativi di soccorso. I familiari dell’uomo hanno sporto denuncia ai carabinieri, chiedendo che venga fatta giustizia e chiarezza per la morte dell’uomo.

SHARE