Morte Colletta, l’Osservatorio per la Legalità presenta esposto presso la Procura

104

L’Osservatorio per la Legalità e per i diritti violati, ponendosi come obiettivi la tutela, tra gli altri, della salute di tutti e delle persone svantaggiate e del rispetto dei diritti del malato e della sua famiglia, anche nei rapporti con le strutture pubbliche e sanitarie e con le aziende farmaceutiche, pazienti e vittime della malasanità, ritiene di dovere intervenire a tutela dei diritti e degli interessi delle persone che siano vittime di cattiva gestione della sanità italiana.[su_spacer]

“Andiamo presso i presidi ospedalieri per essere curati e ricevere cure da parte di medici competenti e preparati. Pensiamo intanto che a stabilire la gravità delle condizioni in cui si arriva al P.S. e quindi vedersi assegnato il codice giallo, verde o rosso, debbano essere dei medici. La Sicilia è prima per decessi avvenuti presso gli Ospedali. Proprio in virtù di quanto sopra, e visti i numerosi casi sospetti avvenuti in pochi giorni a Trapani, prima con il piccolo Daniel poi a distanza di qualche giorno con il decesso dell’imprenditore valdericino Pietro Colletta avvenuta giovedì 19 febbraio scorso, – dichiara l’Avv. Vincenzo Maltese Presidente dell’Osservatorio per la legalità di Trapani –  abbiamo inoltrato un esposto denuncia presso la Procura della Repubblica per far luce sull’accaduto e sulle condotte tenute dagli operatori del Pronto Soccorso di Trapani, in servizio in quel momento, che hanno prestato le prime cure al sig. Colletta. In questa direzione – conclude –  saremo al fianco dei familiari costituendoci parte civile nel caso in cui in cui la Procura dovesse ravvisare estremi di responsabilità e decidere di avviare un procedimento a carico degli operatori”.

SHARE