Dattilo Noir, Porto: “Ieri avevamo grande voglia di vincere. Il nostro gruppo…”

102

Trentasette punti in classifica e salvezza diretta ormai dietro l’angolo. Prima stagione in Eccellenza da incorniciare per il Dattilo Noir di mister Massimo Formisano e le ultime due partite hanno dimostrato la solidità del gruppo. Prima il pareggio imposto alla capolista Marsala 1912 e ieri la vittoria per 3 a 2 sulla quotata Parmonval che ha portato anche all’esonero dell’allenatore dei palermitani Andrea Pensabene. La redazione di Tvio ha intervistato uno dei protagonisti del campionato del Dattilo, ieri autore della rete che ha sbloccato il match, Alex Porto: “La partita con la Parmonval era insidiosa, ma avevamo un solo obiettivo e cioè vincere. Ecco cosa ha fatto la differenza: la voglia che ieri questo magnifico gruppo ha messo in campo per conquistare l’intera posta in palio. Non era facile dopo il primo tempo ribaltare il risultato, ma ci abbiamo sempre creduto e ci siamo riusciti. A chi ho dedicato il gol? Il gol va dedicato a questo gruppo, al mister e a tutte le persone che stanno seguendo il nostro percorso“. Sui quattro punti ottenuti nelle ultime due sfide, Porto dichiara: “I quattro punti nelle ultime due partite erano l’obiettivo che ci eravamo prefissati, sia per l’ottimo momento che stiamo passando da settimane ormai, sia per la voglia che questo gruppo sta mettendo giorno dopo giorno per conquistare questa salvezza. Questi quattro punti importanti li volevamo e li abbiamo conquistati“. Sul campionato del Dattilo Noir e sul segreto del gruppo guidato da Formisano, Porto precisa: “Io sono arrivato a Dattilo nel mercato di dicembre. La squadra stava attraversando un brutto periodo. Se non ricordo male veniva da cinque sconfitte consecutive, ma non ho mai avuto dubbi sin dal primo giorno su questo gruppo. Abbiamo lavorato sodo, giorno dopo giorno, sempre con la consapevolezza della nostre forze. Abbiamo trovato la solidità e la serenità di gruppo ed i risultati li dà il campo. Si corre per novanta minuti, non ci si butta mai giù qualsiasi cosa succeda nel corso della partita. Insomma un gruppo meraviglioso che ha sempre creduto nella salvezza e che, continuando così, avrà quello che merita“. Infine una battuta sul futuro: “Sto bene. I compagni, il mister e la società mi fanno sentire importante e mi fanno stare bene. È una società sanissima, composta da gente che ama il calcio nel vero senso della parola. Nella piccola realtà di Dattilo stanno facendo cose meravigliose. Restare qui? Per il momento penso al raggiungimento dell’obiettivo e poi ne parleremo”.

SHARE