Un Paceco molto rimaneggiato si arrende alla capolista

131

Nessuna sorpresa ieri al municipale “Nino Lombardo Angotta” di Marsala nella sfida fra la capolista di Rosario Pergolizzi e la Polisportiva Paceco 1976. I rosso-argento hanno il merito di aver retto per la prima frazione di gara senza subire reti, visto lo stato di emergenza con cui la formazione di Mazzara si è presentata sul campo del Marsala. I padroni di casa potevano sbloccarla già al sesto con Riccobono dal dischetto, ma l’estremo difensore ospite, Mistretta, neutralizza il penalty. A commettere il fallo per il calcio di rigore era stato Grimaldi. Passano tre minuti e ancora il portierone del Paceco respinge un tiro di Convitto, poi sul pallone si avventa Fina che colpisce la traversa. Troppo sterile il primo tempo del Paceco che nel match valevole per la ventiseiesima giornata del girone A di Eccellenza ha dovuto fare a meno di Terranova, Albeggiano, Marino, Baiata, Castiglione, Rodriquenz, Bellomo e La Commare. Nella ripresa, e più precisamente al quinto minuto, finalmente un brivido per la formazione ospite. Nino Iovino si fa respingere un tiro da Lo Verde, ma sul pallone si proietta Licari che colpisce la traversa. Al settimo si sblocca la gara con rete di Roberto Convitto. I lilibetani troveranno il raddoppio all’undicesimo con un calcio di rigore realizzato da capitan Fina. Polemiche nel post-partita sulla concessione di questo tiro dal dischetto. Mister Mazzara in sala stampa ha dichiarato: “L’arbitro ha fatto la sua parte, assegnando un rigore che non c’era. La Lega non può mandare un arbitro di Alcamo a dirigerci, considerando il fatto che l’Alcamo è una nostra diretta avversaria. E’ la seconda volta che arbitra una nostra gara e favorisce la squadra di casa, non so di cosa abbia paura. Il Marsala che, giustamente, ha fatto la sua partita, non aveva bisogno di questo regalo. Mi preme precisare che eravamo rimaneggiati e che avrei voluto affrontare la capolista con armi più adeguate e dunque con la squadra al completo, invece ho faticato a mettere insieme 18 elementi per via dei numerosi infortuni. Aggiungo inoltre che il Marsala sta ampiamente meritando di vincere questo campionato”.

Tabellino:
Sc Marsala 1912: Lo Verde, Genesio, Sammartano, Gancitano, Maltese S., Giardina, Arnone, Fina,Cortese, Riccobono ( 48’st Lombardo), Convitto (33’st De Vita). A disposizione: Maltese G., Davì, Lombardo, Maggio, Blunda, De Vita, Lanzetta. (All. Pergolizzi)

Pol. Paceco 1912: Mistretta, Russo, Grimaldi,Agate, Perricone, Bognanni, D’Aguanno ( 21’st Brusca), Lamia, Parisi ( 37’st Dani), Iovino, Licari. A disposizione: Lucido, Albeggiano, Incalcaterra,Dani, Savona, Marino, Brusca. (All. Mazzara)

Arbitro: Crescenti sez. di Trapani; Assistenti: Vesco di Trapani e Ognibene di Agrigento

Reti: 7’st Convitto, 11’st Fina (R )

Note: ammoniti Giardina e Fina per il Marsala; Mistretta, Russo, Grimaldi e Perricone per il Paceco.

SHARE