Dattilo Noir, Formisano: “Col Favara sarà una battaglia. Marrone? Mi ricorda Inzaghi”

131

Dopo Gaetano Lo Coco per la Pro Favara, ai microfoni di Tvio è l’allenatore del Dattilo Noir, Massimo Formisano, a presentarci la sfida di domenica fra gli agrigentini e i trapanesi, valevole per la ventisettesima giornata del girone A di Eccellenza: “Il Favara è una delle squadre che mi ha impressionato di più all’andata. Mi ha dato un’impressione di solidità e di compattezza di gruppo notevole. Non a caso – precisa il mister – è una squadra che si trova in alto. Quando sono venuti qua, io e i dirigenti avevamo già le idee chiare su quello che sarebbe stato il campionato di questa squadra. Merita questa classifica. A dicembre si sono ulteriormente rinforzati. Sarà una bella battaglia. Loro hanno bisogno di punti, ma noi – aggiunge – da un po’ di partite stiamo facendo bene e non vogliamo fermarci. Speriamo di chiudere il prima possibile il discorso salvezza. E’ dura, ci sono un sacco di scontri diretti. Abbiamo quattro finali da disputare. Noi abbiamo avuto già il Marsala e la Parmonval; adesso abbiamo il Favara, poi la Sancataldese e il Mazara. L’ultima col Gemini. Non ci sono passeggiate e dobbiamo tenere alta la concentrazione“. Una battuta su Nino Marrone: “Con Nino io ho pure giocato. Conosco bene le sue caratteristiche. Se un pallone gira nell’area, il pallone colpisce lui ed entra. E’ un attaccante alla Inzaghi. E’ il pallone che cerca lui. Ha questa grossa dote. Magari non lo vedi per ottanta minuti minuti e poi c’è un pallone in area e lui la mette dentro. Quando c’è una necessità, so di poter contare su di lui. E’ un ragazzo eccezionale e ci sta dando una grossa mano. E’ stato un ottimo acquisto”.

SHARE