Mancosu: “Auguro al Trapani le migliori fortune ma non da sabato…”

168

Il prossimo turno del campionato di B prevede l’affascinante sfida al Provinciale tra Trapani e Bologna.  A parlare del match, ai microfoni dell’ufficio stampa del Bologna Fc, l’ex attaccante granata Matteo Mancosu, il quale non sarà della partita per via di un infortunio muscolare. [su_spacer]

“Il Trapani ha da poco cambiato allenatore e sicuramente adesso ha nuove motivazioni – ha esordito il sardo. “Purtroppo il precedente tecnico (Boscaglia n.d.r.), che ha fatto tanto bene negli anni passati, ha ottenuto una serie di partite senza vittorie e la società ha deciso di sostituirlo. Personalmente mi dispiace un po’ perchè è un allenatore che ha fatto un’escalation dalla Serie D. Gli devo tanto. Quello che abbiamo fatto insieme è stato riconosciuto da tutti, due campionati ai vertici, la vittoria del campionato di C e un grande percorso in B nel primo anno in cadetteria. Ora ci sono dei nuovi protagonisti, hanno iniziato sicuramente bene in quanto non era facile vincere contro la Ternana. Il campo dirà come proseguirà il loro cammino, auguro loro tutto il bene possibile e le migliori fortune, ma non a partire da sabato. La città di Trapani?  E’ una città molto bella sia come clima che come cibo. Si mangia bene e si vede il sole. Tra le cose da vedere ci sono sicuramente il Lungomare e Erice”.  [su_spacer]

L’ex attaccante granata avverte i compagni: “Ultimamente il Trapani sta prendendo pochissimi goal e ha una buona difesa. Sono molto bravi sugli esterni con Basso, Nadarević e Falco che nell’uno contro uno sanno saltare l’uomo. Davanti ha a disposizione due buoni realizzatori quali Abate e Curiale. Dovremo stare attenti in tutte le zone del campo, ma occhio soprattutto alle fasce. Troveremo una squadra rinvigorita dalla vittoria di domenica, che ha ritrovato il goal che le mancava da tanto. Sarà sicuramente un avversario pericoloso, così come lo sono tutte le squadre in questo campionato. Il campo è difficile, il pubblico è caldo e caloroso e la curva è attaccata alla porta. Speriamo di far bene, ultimamente in trasferta stiamo andando bene e dobbiamo continuare così”. [su_spacer]

Sull’avventura in maglia rossoblù: “Qui a Bologna speravo di partire un po’ meglio. Ho giocato tre/quattro partite ma non ho trovato la via della rete e la cosa mi ha condizionato leggermente. Ultimamente in casa stiamo facendo un po’ di fatica e non stiamo segnando ma sono sicuro che io e i miei compagni troveremo al più presto la vittoria che ci manca da tanto. Entrare al “Dall’Ara” è sempre un’emozione sia da avversario che da giocatore del club. E’ uno stadio storico con un colpo d’occhio incredibile. Spero di calcarlo ancora tante volte e di regalare qualche gioia ai tifosi”. [su_spacer]

SHARE