Trapani-Bologna, Marazzina: “Il Trapani cercherà di metterla sull’agonismo, ma…”

188

Quattro stagioni di fila importanti con la maglia del Bologna, quarantacinque gol in centodiciannove presenze ufficiali, tre presenze in Nazionale e un passato fra Inter, Chievo, Reggina, Roma, Sampdoria e Torino. Una carriera da incorniciare quella di Massimo Marazzina, bomber trascinatore col Bologna nel cuore. A pochi giorni dalla sfida del “Provinciale” che vedrà di fronte i rossoblu di Lopez e il Trapani nuovo di zecca di Serse Cosmi, noi di Tvio lo abbiamo intervistato. Sulla partita di sabato: “Non sarà una partita semplice per il Bologna, perché quando una squadra cambia allenatore ha spesso la scossa giusta così come è successo al Trapani anche se i granata hanno perso il giocatore più importante che è finito proprio in Emilia. I trapanesi hanno motivazioni particolari perché non si trovano in una situazione di classifica tranquilla. Tutti sanno che affrontare il Bologna e batterlo ha una rilevanza nazionale, visto che è la squadra più blasonata della Serie B di quest’anno. Tutti vogliono cercare di far bella figura quando incontrano la formazione di Lopez e ci mettono qualcosa in più. Cosa temere del Trapani? Se il Bologna gioca come dovrebbe credo nulla. Con tutto il rispetto, il Trapani è una squadra normale, non ha individualità importanti. Deve temere il fatto che ha un allenatore di carattere e di temperamento. Visto che il tasso tecnico non è elevato quanto quello del Bologna, cercheranno di metterla sull’agonismo e sulla foga calcistica. Il Bologna dovrebbe provare anche queste chiavi di lettura vincenti durante la partita, manca proprio questo ai rossoblu in Serie B“. Sul rendimento migliore del Bologna in trasferta rispetto a quello ottenuto al Dall’Ara e sulla possibilità che la squadra di Lopez sia agevolata proprio da questo fattore, Marazzina sottolinea: “Bologna meglio in trasferta? Se continuando con questo trend la classifica non muta ben venga. Dispiace non vincere in casa perché vedo sempre i tifosi molto attaccati. Forse viene meglio al Bologna a giocare fuori casa perché utilizzano il contropiede ed è più facile. In casa bisogna impostare gioco e diventa più difficile farlo. Pronostico? Io son di cuore. Io spero sempre che il Bologna vinca, quindi visto che fuori casa vanno sempre bene speriamo continuino così“.

SHARE