Marsala festeggia un nuovo “nonnino”, Antonino Sutera

160

A distanza di due soli giorni da Benedetta Amato, residente in Contrada Birgi Vecchi, Marsala festeggia un altro centenario. Stavolta a tagliare l’ambito traguardo non è una “nonnina”, ma un “nonnino” (gli uomini sono in netta minoranza rispetto al gentil sesso visto che gli ultracentenari in città, su un totale di 33 unità, sono appena 5 contro 28 donne), e precisamente Antonino Sutera, ex dipendente comunale in servizio fino agli anni Settanta nel Settore di Ragioneria, allora diretto dal ragioniere Ciccio Russo.[su_spacer]

Vedovo di Franca Piccione (professoressa scomparsa alcuni anni addietro), Antonino Sutera ha avuto un solo figlio: Giampaolo, impiegato di banca in pensione, che, assieme agli altri familiari e ai parenti, gli ha organizzato una bellissima festa nella sua abitazione di Via Berta. Su delega del commissario straordinario Giovanni Bologna, a consegnare a “nonno Nino” la targa-ricordo dell’Amministrazione comunale è stato il presidente del Consiglio Comunale Enzo Sturiano, che si è complimentato con il neo-centenario per le sue ottime condizioni di salute e per essersi ripreso alla grande dopo un delicato intervento chirurgico al quale si è sottoposto ad inizio anno per una protesi al femore dopo una accidentale caduta. E Antonino Sutera ha promesso ai presenti che ce la metterà tutta, con l’aiuto della fida signora Lina che lo assiste da anni, per tornare a camminare da solo entro qualche settimana e soprattutto a riprendere a suonare il violino, da sempre la sua grande passione.

SHARE