Erice: presentata “Non ti scordar di me”, commemorazione della strage di Pizzolungo

177

Si è tenuta stamattina presso la scuola “Giuseppe e Salvatore Asta” di via Caruso, la conferenza stampa di presentazione del programma di “NON TI SCORDAR DI ME”, la celebrazione istituita per ricordare Barbara Rizzo Giuseppe e Salvatore Asta, vittime della strage mafiosa di Pizzolungo del 2 aprile 1985, momento simbolo e metafora della rinascita e del risveglio delle coscienze civili.[su_spacer]

“Non ti scordar di me” con a fianco le forme stilizzate di una donna che tiene per mano due bambini è il logo ed il tema delle manifestazioni innanzitutto dedicate a Barbara Rizzo e ai suoi due gemellini Giuseppe e Salvatore Asta morti nella strage mafiosa del 2 aprile del 1985 di Pizzolungo. [su_spacer]

Locandina nn ti scordarPer i loro nomi …memoria e impegno …verità e giustizia …questo lo slogan scelto per il trentennale della strage, con una settimana densi di appuntamenti, manifestazioni sportive, spettacoli, incontri e dibattiti, che vedrà protagonisti diversi soggetti che nella società civile, a vario titolo, indirizzano il loro impegno in difesa della democrazia, della libertà, della legalità e del rispetto delle regole contro ogni forma di mafia. Alla conferenza stampa, che è stata aperta dal Sindaco di Erice Giacomo Tranchida, sono intervenuti Rino Giacalone del coordinamento provinciale di Libera, Daniela Toscano, vice sindaco di Erice, e Don Alberto Genovese direttore del Seminario Vescovile di Trapani.[su_spacer]

La manifestazione si aprirà domani pomeriggio con la rappresentazione teatrale “Fino alla fine del cielo” che andrà in scena al Teatro Gebel Hamed di Erice alle ore 18,00 con ingresso libero, con la recita 11 monologhi femminili liberamente tratti dal libro di Serena Dandini “Ferite a morte”. L’iniziativa è della compagnia “Teatro Abusivo Marsala”, diretta dal regista Massimo Pastore, che ripeterà lo spettacolo già in occasione della Giornata contro la Violenza sulle Donne.

SHARE