A Favignana “La Passione Vivente di Cristo”. Numerosi i turisti e i fotografi stranieri

204

Grande partecipazione di pubblico ieri sera a Favignana  per  la rappresentazione della “Passione di Cristo, secondo l’evangelista Marco”, un appuntamento vissuto intensamente sia dai residenti che dai numerosi turisti giunti sull’isola proprio per l’evento organizzato dal Comitato “Passione di Cristo”, presieduto dal parroco, Don Antonio Vettorato, con il contributo e il patrocinio del Comune. In tantissimi hanno assistito alla rappresentazione che si è snodata per le vie del centro con il coinvolgimento di oltre un centinaio di personaggi viventi che hanno dato vita alle varie “stazioni” che raccontano le ultime ore della vita di Gesù, dal complotto dei Gran Sacerdoti alla Crocifissione. Presenti a Favignana per l’occasione, anche tanti fotografi stranieri intenti ad immortalare le scene interpretate dai 120 partecipanti in costume, tra adulti e bambini. La Processione ha preso il via da Piazza Matrice e si è snodata per via Nicotera, Piazza Castello, via Simone Corleo, via Calamoni e via Dante, per concludersi con la tappa di via delle Fosse. Le iniziative della Settimana Santa continuano e oggi alle ore 18 si svolgerà la messa in Coena Domini e a seguire, alle 21, l’adorazione all’altare della deposizione, in chiesa Madre. Domani, venerdì 3 aprile alle 21 si snoderà per il paese la processione del Cristo morto e la domenica di Pasqua alle 10 in Piazza Matrice si svolgerà la tradizionale Rappresentazione dell’Aurora, l’incontro tra Gesù risorto e la Madonna.[su_spacer]

Passione2_nOggi a Marettimo, alle 19 si terrà la Messa in Coena Domini, con la lavanda dei piedi ai bambini, e la deposizione del Santissimo all’altare della adorazione. Alle 21 ci sarà l’Adorazione Eucaristica comunitaria e domani dalle 16 l’Azione liturgica e Adorazione della Croce, e alle 18,30 la Via Crucis con Processione di Gesù morto e Maria SS. Addolorata. Il 4 Aprile la Veglia Pasquale che avrà inizio alle 23,15; seguiranno la Benedizione del fuoco e l’accensione del Cero Pasquale, poi le Letture bibliche, la Benedizione del fonte battesimale e la Liturgia eucaristica.

SHARE