L’Associazione “A Misura d’uomo” sbotta: “Basta raccomandati nelle Partecipate!”

140

«Trasparenza, pubblicità e imparzialità» nel selezionare il personale, anche nelle Aziende Private a controllo Pubblico, quali le Partecipate trapanesi ATM, Trapani Servizi, Fardelliana, Luglio Musicale. E’ quanto chiede Natale Salvo, portavoce dell’associazione “A Misura d’uomo”.[su_spacer]

Salvo rileva come l’ANAC, l’Autorità Nazionale Anti Corruzione, ha recentemente pubblicato le “Linee Guida per la prevenzione della corruzione nelle Società controllate e partecipate dalle Pubbliche Ammnistrazioni”. A tale proposito, le “Linee guida” ricordano come, in riferimento alle assunzioni di personale, «pur non essendo applicabili le norme che regolano i concorsi pubblici, vi è comunque l’obbligo, nel reclutare il personale, del rispetto dei principi, anche di derivazione europea, di trasparenza, pubblicità e imparzialità».[su_spacer]

E’ questo perché risultano chiari i profili corruttivi di un’attività di selezione lasciata all’arbitrio dell’Organo di indirizzo politico della Partecipata. Per Natale Salvo, «in merito ai sistemi di selezione del personale nelle Partecipate, non dovrebbero essere necessarie Linee Guida emanate da chicchessia; dovrebbe essere nel DNA di ogni personaggio politico che pensa di lavorare nell’interesse reale della Comunità, e non proprio o della propria “famiglia” politica, di essere imparziale e di non cadere nella rete del clientelismo o, peggio, della corruzione».[su_spacer]

«Non vogliamo – ha concluso il proprio commento Salvo -, alla guida dei Comuni o delle Partecipate pubbliche, personaggi che si arroghino al ruolo di dio, in nome di presunte scelte di efficienza. La Mafia si batte stritolando la burocrazia e la raccomandazione non con corse, conferenze o inaugurazioni di steli. Meglio assumere, per selezione pubblica, cento presunti incapaci, che assumere un raccomandato certo».

SHARE