Trapani, una raccolta firme per dissentire sulla riapertura al traffico delle vie Verdi e Ximenes

108

I residenti e gli operatori commerciali della via Giuseppe Verdi e Via Ximenes, attraverso una lettera e una raccolta firme indirizzate al Sindaco, al Consiglio Comunale e al Comando della Polizia Municipale, hanno manifestato il proprio dissenso per la riapertura al traffico delle suddette vie escluse dalla zona a traffico limitato. Nella lettera, depositata al protocollo (prot. n. 32327 del 7/04/2014 ore 13.26) del comune di Trapani, i residenti richiedono espressamente l’immissione delle suddette vie all’interno del piano originario della ZTL Centro Storico. Di seguito il testo della lettera.[su_spacer]

“Con la presente lettera volevamo manifestare il dissenso per la riapertura al traffico delle Vie Giuseppe Verdi e Ximenes, escluse senza alcun senso logico dalla zona a traffico limitato nella stagione estiva 2015. 

Abbiamo vissuto sette mesi tra le auto che irrompevano ad alta velocità in questo tratto delicato del nostro centro cittadino, tra le auto che strombazzavano giorno e notte, camion di trasporti che, incuranti dei divieti di sosta, lasciavano e lasciano tutt’oggi i loro mezzi parcheggiati maldestramente per poter ottemperare ai loro obblighi lavorativi, ma soprattutto tra le auto che non hanno alcun rispetto per i cittadini che vivono in queste vie, che lanciavano la loro musica a decibel incalcolabili con i finestrini aperti. La notte, le suddette vie sembravano discoteche a cielo aperto. 

Dissentiamo da tale decisione adottata dal nostro Comune, perchè sotto l’aspetto turistico, questa via si incontra con il Corso Vittorio Emanuele, proprio nel punto nevralgico dove vi è la Cattedrale. Chi di noi ha avuto la fortuna di viaggiare, non ricorda alcun centro storico aperto al traffico non residente, dove vi è una via che costeggia la Cattedrale. La Cattedrale è il fulcro di ogni centro storico di una città. E’ un controsenso! E’ incivile! E’ paradossale!

Negli ultimi anni sono sorte alcune strutture ricettive su queste vie, che vanno comunque tutelate. Stessa cosa per un’attività di ristorazione, costretta a ridimensionarsi e a lavorare sotto stress a causa del continuo passaggio di auto. Per non parlare della faccia sbigottita dei tanti turisti che ci vengono a trovare, che in questa intersezione (Corso Vittorio Emanuele-VIa Verdi/Via Ximenes pensano…ma come mai passano delle autovetture sul corso pedonale, nel punto centrale?

Ed infine, come successo qualche giorno addietro, i calcinacci caduti al suolo da alcuni palazzi storici, che di fatto non garantiscono la sicurezza neppure dei pedoni.

Abbiamo accettato per dovere morale il divieto di sosta, ma tutto questo noi cittadini residenti e operatori commerciali non lo vogliamo, non lo gradiamo, pertanto chiediamo l’inclusione delle vie in oggetto nella ZTL delle stagioni seguenti”.

SHARE