Marsala, il Liceo Scientifico “Ruggieri” alla XVII Olimpiade Internazionale della Multimedialità

130

Sono Alessandro Figlioli della 3^ G e Dario La Mantia della 4^ E i ragazzi del Liceo Scientifico “Pietro Ruggieri” di Marsala che, accompagnati dal professor Nino Pavia, nei giorni scorsi hanno partecipato alla XVII Olimpiade Internazionale della Multimedialità, svoltasi a Melfi. Una competizione cui hanno preso parte 170 alunni, di cui circa 50 provenienti da scuole di paesi stranieri, come la Svezia, l’Ungheria, la Cina, la Francia e l’Albania. E’ stata una tre giorni densa di momenti significativi, sia per la competizione in sé, sia per il costruttivo confronto con ragazzi e docenti provenienti da contesti socio-culturali totalmente diversi. La manifestazione si pone come un momento di riflessione sugli sviluppi e le trasformazioni del mondo contemporaneo a seguito delle nuove tecniche multimediali ed è articolata in diversi step.[su_spacer]

La gara, su traccia proposta dal MIUR, durante la quale i ragazzi hanno avuto otto ore per produrre un elaborato multimediale, ne costituisce il “cuore”, ma ad essa è stato collegato anche un incontro di formazione destinato ai docenti accompagnatori, dal titolo “La scuola digitale tra ricchezza e povertà”, durante il quale si è potuto dibattere sui risvolti che l’uso della tecnologia ha sui processi educativi degli studenti. Il Liceo “Federico II”, scuola organizzatrice, ha voluto regalare ai suoi ospiti una visita a Matera, la “città dei sassi”, proclamata quest’anno Capitale Europea della Cultura, affiancando anche “Emozioni in tre click”, un concorso fotografico per gli studenti che hanno preso parte alla visita.[su_spacer]

Una gara di programmazione ed una dimostrazione di droni hanno completato il ricco programma dell’evento, conclusosi con la proclamazione del vincitore, Francesko Sheu, del Liceo “Ismail Qemali” di Tirana, in Albania. Il tema del MIUR, straordinariamente attuale, proponeva di sviluppare la tematica dell’arricchimento determinato dal confronto col “vicino” diverso, a partire dalle parole di K. Gibran: “Se ti sedessi su una nuvola non vedresti la linea di confine tra una nazione e l’altra, né la linea di divisione tra una fattoria e l’altra. Peccato che tu non possa sedere su una nuvola”.[su_spacer]

“Sicuramente un momento di positivo entusiasmo per i nostri ragazzi – dice il Dirigente Scolastico Fiorella Florio – che hanno avuto modo di mettersi alla prova, senza peraltro sfigurare, in un contesto di eccellenze. I nostri studenti hanno diversi talenti, che talora non coincidono con le discipline di studio. Già lo scorso anno avevamo partecipato con Francesco Di Vita della V^ D e quest’anno abbiamo voluto ripetere l’esperienza per dare ai nostri giovani la possibilità di essere protagonisti rappresentando il loro Liceo. Alessandro, con la classe di cui fa parte, ci aveva “regalato” la vittoria al concorso dell’USR Sicilia “A scuola nessuno è straniero”, al cui elaborato aveva contribuito con le sue abilità informatiche”.

SHARE