Il ventunenne Salvatore D’Aguanno alla 57^ Monte Erice

212

Mancano solo 5 giorni alla cinquantasettesima edizione della Monte Erice. La gara, valevole come prima prova del CIVM, si disputerà in due manches, in programma il prossimo 18-19 Aprile, mentre le verifiche si terranno venerdì 17 Aprile presso Piazzale Ilio. Dopo il positivo esordio dello scorso anno, il giovane Salvatore D’Aguanno parteciperà anche all’edizione di quest’anno. Il ventunenne trapanese vanta un passato da kartista in diversi campionati regionali ed una esperienza nel campionato italiano nel 2011.[su_spacer]

Lo scorso anno hai fatto il tuo esordio alla Monte Erice, come è andata?

Ho debuttato nella scorsa edizione nelle gare in salita. Lo scorso anno è andata piuttosto bene. Trattandosi della mia prima partecipazione alla Monte Erice, la cosa importante era concludere senza danni e fare esperienza, senza pensare al tempo realizzato.[su_spacer]

Cosa ti aspetti dall’edizione di quest’anno?  

Rispetto allo scorsa partecipazione ho acquisito maggiore esperienza. Il mio obiettivo è sicuramente migliorare il tempo realizzato lo scorso anno e di puntare dunque a qualcosa in più.

Dopo le tante esperienze sui kart hai deciso di passare alle Cronoscalate, cosa ti ha spinto a fare questa nuova esperienza?

Mi sono avvicinato al mondo delle Cronoscalate grazie ad un pilota amico di mio padre. Ho partecipato a varie gare da spettatore e sin da subito questo tipo di gara mi ha appassionato. Visti i miei trascorsi con i kart, ho dunque deciso di mettermi in gioco nella Cronoscalata. Sono da sempre stato affascinato dalla Monte Erice e per tale motivo, sin da bambino vi prendevo parte da osservatore sia in gara che durante le varie fasi di verifica.[su_spacer]

Lo scorso anno eri a bordo di una Radical SR4, quest’anno con quale auto gareggerai?

Anche quest’anno correrò a bordo di una Radical SR4 assistito dal team Autosport Sorrento nelle categorie E2B 1300 e nell’Under 25.[su_spacer]

Parteciperai al campionato italiano o solamente alla Cronoscalata Monte Erice?

d'aguanno1Ho già confermato la mia partecipazione anche alla Coppa Nissena, gara valida quale seconda tappa del Campionato Italiano che si svolgerà nel weekend che va dal 25 al 26 aprile. Non so se parteciperò ad altre tappe del campionato, in quanto i miei impegni scolastici sono numerosi. Potrei partecipare al alcune gare che si terranno in estate, tuttavia al momento non saprei in quali anche per una questione di budget. La gara di casa è sostenibile dal punto di vista economico, mentre le altre hanno dei costi più elevati.[su_spacer]

Quali sono le differenze tra guidare un kart e un prototipo?

Sicuramente le differenze maggiori derivano dalla potenza e dalla velocità dell’auto. Inoltre, mentre prima coi kart mi cimentavo in gare contro altri piloti, adesso si tratta di una sfida contro il tempo. La Cronoscalata mi dà maggiore adrenalina, soprattutto grazie al numeroso pubblico che assiepa gli spalti. Vedere tanta gente ti dà tanta carica, in particolare ai nastri di partenza. Oltretutto, partecipare alla gara di casa ti dà una spinta in più per far bene davanti al proprio pubblico.[su_spacer]

Quali sono i tuoi progetti futuri? Sogno nel cassetto? 

Il mio sogno è diventare un collaudatore. Sto attualmente studiando Automotive Engineering  presso l’Istituto Superiore di Scienza dell’Automobile di Modena dove ho avuto già modo di apprendere nozioni in ambito motoristico e sull’aerodinamica. Mi piacerebbe molto conciliare lo studio alla mia passione per le auto e all’abilità alla guida.

Grazie per il tempo che ci hai dedicato e buona fortuna!

SHARE