Favignana, il trascinatore Arresta: “Non era facile. Triplice fischio una liberazione. La nostra stagione…”

75

Un gol che vale una stagione. Peppe Arresta il trascinatore conduce il Favignana verso il raggiungimento dell’obiettivo stagionale. Una salvezza conquistata con sudore e sacrifici nel match dei play-out, dopo centoventi minuti estenuanti. Contro l’Audace Partinico Borgetto non era facile, ma i ragazzi di Calogero Lo Bue lo sapevano e hanno mostrato grande spirito di abnegazione e sono riusciti, all'”Omar Gucciardi”, ad uscire indenni. Sarà ancora Promozione per gli isolani del Presidente Nicola Torrente, che nel match clou hanno ostentato carattere e determinazione, ingredienti giusti per avere la meglio nella lotteria dei play-out. Questa mattina, ai microfoni di Tvio, è intervenuto l’autore del gol salvezza per commentare la gioia provata ieri: “Le emozioni provate a fine partita sono indescrivibili. Mi è passata davanti tutta la stagione, piena di sacrifici con allenamenti sotto la pioggia in cinque-sei persone. Ho provato grande felicità per la vera e propria impresa compiuta dalla squadra, nonostante le mille difficoltà. Il triplice fischio finale ha avuto il gusto della liberazione al termine di una partita piena di tensione. Sono stati centoventi minuti in cui si è passati dalla gioia per il gol alla paura di retrocedere dopo aver incassato il loro pareggio. La nostra stagione? Si era partiti all’inizio con un gruppo storico, un ottimo gruppo. Avevamo l’obiettivo di raggiungere i play-off. I risultati previsti non sono arrivati. A dicembre abbiamo cambiato l’allenatore. Circa dieci giocatori sono andati via. Non è stato per niente facile, ma nel girone di ritorno abbiamo fatto valere il fattore casa, determinante anche ieri. Abbiamo raggiunto questa agognata e meritata salvezza e adesso siamo felici”. Foto tratta dal gruppo facebook A.S.D. Favignana Calcio.

SHARE