Monte Erice: ieri le prove ufficiali, oggi la gara

437

Le previsioni non hanno tradito le aspettative. Asfalto in buone condizioni, orari rispettati, temperatura calda ma non troppo. La giornata di prove ufficiali della 57esima edizione della «Monte Erice», gara valevole come prima prova del Campionato Italiano Velocità della Montagna e per il Campionato Siciliano Auto Storiche, è stata praticamente perfetta. Non soltanto dal punto di vista sportivo e tecnico-logistico ma anche per ciò che concerne le condizioni metereologiche che hanno agevolato non poco lo svolgimento della manifestazione.[su_spacer]

Il direttore di gara Marco Cascino ha dato il via alla prima auto alle 10.30. «Tutto è andato per il verso giusto – spiega Cascino -. Non mi riferisco solo a ciò che concerne la parte tecnica della manifestazione (commissari, ambulanze, cronometristi, forze dell’ordine e altro) ma anche al contorno che è stato gradevole e soddisfacente».[su_spacer]

«Un plauso all’organizzazione delle prove che è stata ottima – ha commentato il pilota pugliese Francesco Leogrande che ha guidato una Porsche gruppo Gt3 -. I tempi sono stati rispettati pienamente. Quanto a me, ho avuto qualche piccolo problemino con l’assetto dell’auto ma posso ritenermi appagato».[su_spacer]

«È stata una bella giornata di sport – ha detto Franco Cinelli (Lola B99/50 Evo Judd) -. Il tracciato è bellissimo, affascinante e particolare. La macchina ha risposto bene. Avversari? Ce ne sono una decina molto validi».[su_spacer]

Tra le auto storiche s’è distinto l’esperto Ciro Barbaccia (Stenger Osella). «Sono qui per testare la vettura in vista del campionato italiano – queste le sue parole -. Questa gara ha un fascino particolare che riesce sempre ad attirare una buona cornice di pubblico».[su_spacer]

Tra i piloti locali, buone prestazioni per i giovani Giuseppe Castiglione (Formula Master) e Alessia Sinatra (Radical Sr4). «Nella prima manche ho provato l’assetto dell’auto – ha detto il pilota busetano -. Nella seconda ho testato il cambio e modificato la mescola delle gomme. Non ho girato al massimo, conto di farlo domani. Tutto è andato per il meglio e il tracciato si è dimostrato perfetto». «Come sempre è una gara di ottimo livello – ha detto la pilota trapanese che quest’anno non sarà l’unica donna, vista la presenza di Paola Pascucci -. Per ciò che mi riguarda, c’è qualcosa da migliorare sulla quale lavoreremo in vista della gara di domani».[su_spacer]

Soddisfatti anche gli organizzatori della manifestazione sportiva con a capo il presidente dell’Automobile Club di Trapani, Giovanni Pellegrino. Stamani si terrà la gara vera e propria. La prima vettura lascerà il punto di partenza di Valderice alle 9, mentre la viabilità lungo la Provinciale sulla quale si snoda la gara, sarà chiusa, come sempre, dalle 7.

SHARE