Presentati dall’On. Oddo una serie di emendamenti alla legge finanziaria della Regione

193

Il deputato questore all’Ars, on. Nino Oddo, ha presentato una serie di emendamenti alla legge finanziaria della Regione riguardanti: il polo universitario di Trapani, il settore marmifero, il corpo forestale e l’edilizia residenziale agevolata e/o convenzionata.[su_spacer]

L’emendamento riguardante il consorzio universitario trapanese punta a garantire il proseguo dell’attività dello stesso. “Mi batterò, assieme agli altri deputati della mia provincia, affinché la finanziaria all’esame dell’ ars garantisca le  risorse economiche necessarie. Ritengo inoltre che bisogna rivedere il quadro normativo per assicurare il futuro dell’università a Trapani”.[su_spacer]

Facendosi portavoce delle istanze degli operatori del settore marmifero di Custonaci, l’on. Oddo ha presentato un emendamento volto alla riduzione del canone di pagamento annuale per l’estrazione del materiale lapideo.[su_spacer]

Il deputato questore ha presentato un terzo emendamento che punta a salvaguardare il patrimonio boschivo siciliano, troppo spesso devastato dagli incedenti estivi. “Al fine di migliorare l’efficienza del servizio antincendio boschivo e le esigenze della collettività– si legge nel documento- il personale a tempo indeterminato impegnato in tale attività viene direttamente gestito dal Comando del Corpo Forestale ( Assessorato Territorio e Ambiente) con proprio esercizio finanziario”.[su_spacer]

E con un altro emendamento vengono poste alcune questioni normative volte a rivedere l’organizzazione del Corpo Forestale della Regione e a rendere più efficiente il servizio utilizzando al meglio le sue risorse.[su_spacer]

L’on. Nino Oddo ha inoltre presentato un emendamento per “favorire, contenendo altresì i costi, gli interventi di edilizia residenziale agevolata e/o convenzionata e limitatamente a quelli già ammessi a finanziamento”. “A tale scopo– si legge nel testo- “i programmi costruttivi di edilizia residenziale pubblica possono, in deroga agli strumenti urbanistici vigenti, essere localizzati anche in zone destinate a verde agricolo purché i soggetti beneficiari del contributo siano cooperative edilizie già proprietarie dell’area agricola ove deve essere allocato il programma costruttivo”.  “Questa proposta – evidenza Oddo-consentirebbe alle cooperative già inserite in graduatoria di procedere speditamente alla costruzione di nuovi fabbricati, senza incorrere in taluni vincoli imposti dai prg e quindi nelle lunghe procedure burocratiche volte ad ottenere le varianti, dando una boccata d’ossigeno al settore”.[su_spacer]

Infine l’on. Oddo ha presentato un emendamento per incrementare di 300 mila euro, per l’anno 2015, la dotazione finanziaria dell’Istituto Superiore di Giornalismo.

SHARE