Trapani, Mannina e Salone scrivono all’anticorruzione per presunto bando comunale irregolare

183

I consiglieri comunali Francesco Salone e Vito Mannina hanno segnalato una possibile illegittimità in un bando pubblico del Comune di Trapani. Si tratta del bando relativo al servizio di gestione delle strutture di proprietà comunali «Comunità Alloggio e Casa Famiglia per portatori di handicap». Una nota con gli estremi del bando e con l’indicazione precisa del rilievo mosso dai due consiglieri, è stata inviata: al Presidente della Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone; al Procuratore della Repubblica di Trapani, Marcello Viola; al segretario generale del Comune, Raimondo Liotta; al sindaco, Vito Damiano.[su_spacer]

Secondo i due consiglieri l’irregolarità sarebbe rilevabile al punto III.2.3 del bando nel quale si fissano i requisiti di capacità tecnica per il soggetto che dovrà gestire le strutture comunali. In base a quanto fissato dal bando chi vi partecipa dovrà “aver eseguito negli ultimi tre anni antecedenti la data di pubblicazione del bando di gara, servizi corrispondenti all’oggetto dell’appalto… per un complessivo ammontare non inferiore al valore dell’appalto 889.255,40 (iva esclusa), riferito alla esecuzione massimo di due contratti”.[su_spacer]

Mannina e Salone nella lettera all’Autorità Nazionale Anticorruzione ed al Procuratore della Repubblica chiedono se «le condizioni di partecipazione previste non precludano la possibilità ampia e la democratica partecipazione alla gara d’appalto, principi questi previsti e sanciti dalla normativa D.Lgs. 12 aprile 2006 n 163 Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE».[su_spacer]

«Bisogna però specificare, ad onor del vero, che gli uffici – aggiunge Salone – nel mentre la nostra lettera all’autorità partiva, hanno modificato proprio questo punto cassando il riferimento alla “esecuzione massima di due contratti” lasciando immutata la cifra e, in forza di tale modifica, prorogando il termine di scadenza del bando. Verrebbe da pensare che l’iniziativa di segnalare una possibile irregolarità sia stata utile a porvi rimedio in corso d’opera. Se così fosse una qualche ragione a dubitare della regolarità del bando l’avevamo».[su_spacer]

Sul sito del comune sono presenti il bando originario e due avvisi di rettifica e proroga di scadenza. Dopo l’ultima rettifica la scadenza è stata fissata alle ore 10 del 18 di maggio 2015. 

 

SHARE