Castellammare, inquinamento acustico: potenziati i controlli per…

154

Inquinamento acustico a Castellammare del Golfo: “Squadre dei vigili urbani per prevenire rumori molesti. Cittadini e turisti lamentano il fracasso di moto e motorini manomessi”.[su_spacer]

Potenziamento dei controlli per arginare il problema dei fastidiosi rumori, che lamentano residenti e turisti, prodotti dalle moto soprattutto nelle ore serali. A verificare che le marmitte di moto e motorini non siano manomesse ed elaborate e non producano i conseguenti fastidiosi rumori, ci penserà un’apposita squadra di agenti della polizia municipale che, per tre giorni a settimana controllerà ciclomotori e moto che spesso producono rumori assordanti. Il potenziamento nasce dai continui disagi lamentati per il frastuono dei mezzi “truccati”.[su_spacer]

«É una questione di sicurezza per chi utilizza mezzi non in regola e poi vogliamo porre un argine al problema del quale si lamentano cittadini, ma anche i tanti turisti, soprattutto nel periodo estivo -affermano il sindaco Nicolò Coppola ed il vice sindaco Gaspare Canzoneri– . Per questo abbiamo predisposto che il servizio di controllo della polizia municipale venga intensificato per quel che riguarda la circolazione di mezzi particolarmente rumorosi ma anche sul corretto uso del casco protettivo. Vogliamo porre rimedio ad un grave disagio che non può essere più tollerato in un paese a forte presenza turistica; per questo potenziamo il servizio di polizia urbana e chiediamo a tutti i cittadini di sensibilizzare i giovani che utilizzano ciclomotori di vario genere, a non produrre inquinamento acustico, perché i controlli servono proprio a prevenire il fenomeno. Il rumore quasi assordante spesso prodotto, è di gran lunga superiore al massimo consentito dalla legge e ricordiamo-concludono il sindaco Coppola ed il vice sindaco Canzoneri- che in caso di accertate violazioni sono previste sanzioni pesanti che arrivano anche alla confisca del mezzo. Gli accertamenti non riguarderanno solamente le zone del centro storico che saranno le più controllate, ma saranno estesi a buona parte del vasto territorio cittadino»

SHARE