Progetto “Sole e Stelle delle Egadi”, arriva l’ok del Ministero per la rimodulazione delle risorse

90

Il Comune di Favignana ha ricevuto l’ok da parte del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, per la rimodulazione dell’utilizzo delle risorse residue del  progetto denominato “Sole e  Stelle delle Egadi”,  finanziato dallo stesso Ministero attraverso il Bando per le fonti rinnovabili e la mobilità sostenibile nelle Isole Minori.[su_spacer]

Variegate le nuova modalità di investimento  delle  risorse  residue  che  l’Amministrazione Comunale intende portare avanti. Per quanto riguarda gli interventi nel settore pubblico, saranno mantenuti gli investimenti relativi all’installazione di apparecchi ad altissima efficienza (LED) nell’impianto di pubblica illuminazione dell’Isola di Favignana e quelli per la realizzazione delle colonnine di ricarica per mezzi elettrici con pensilina fotovoltaica.[su_spacer]

L’Amministrazione ha scelto di puntare in misura maggiore sugli interventi rivolti al settore pubblico, investendo una parte rilevante delle risorse disponibili sull’acquisto di mezzi elettrici per rendere più sostenibile il parco auto  comunale e sulla realizzazione di quattro  nuovi impianti fotovoltaici  su altrettante strutture pubbliche nell’isola di Favignana: Scuola Materna, Centro Sociale Anziani, Spogliatoi Campo sportivo e tettoia presso il CCR (stazione di conferimento) di contrada Arena. [su_spacer]

E’ previsto al  contempo di investire sulla mobilità sostenibile attraverso l’acquisto di sette diversi mezzi elettrici a servizio dell’Ente. Per quanto riguarda, invece, gli investimenti nel settore privato, si è scelto di svincolare le risorse destinate all’acquisto di motori a olio vegetale (scarsamente appetibili nel territorio) eliminando dalle previsioni il relativo bando, di ridurre l’assegnazione di risorse ai bandi per l‘acquisto di mezzi elettrici e per l’installazione di impianti solari termici, e di investire in misura maggiore  sul bando per la realizzazione di impianti fotovoltaici. Una parte delle risorse, infine, saranno dedicate a un  nuovo bando per l’installazione di scaldacqua a pompa di calore.[su_spacer]

I bandi saranno aperti indistintamente ad aziende e privati cittadini di tutte le isole  dell’arcipelago  e  si procederà con un’apertura  a  sportello  per  la  presentazione  delle domande con una dead-line unica per  la trasmissione  dei documenti di  ultimazione  lavori e  delle richieste di erogazione contributo.[su_spacer]

Con la nuova programmazione l’Amministrazione ritiene che si darà  un  ulteriore input  alla diffusione delle buone pratiche in campo energetico-ambientale nelle Isole Egadi,  riducendo ulteriormente l’impronta ecologica del comparto pubblico e dell’intero territorio nel suo insieme.

SHARE