Scoperte le opere del concorso “tifiAMO…lo Sport, a colori”

121

Si è svolta stamattina allo Stadio Provinciale la cerimonia conclusiva del concorso “tifiAMO… lo Sport, a colori , l’iniziativa del Comune di Erice e del Trapani calcio, per la diffusione della cultura sportiva e della promozione dell’educazione e del fair play.[su_spacer]

Nel corso della cerimonia, a cui è intervenuta una delegazione della squadra del Trapani calcio guidata dal Direttore Sportivo Daniele Faggiano, gli autori delle opere con l’aiuto dei calciatori, hanno scoperto i pannelli murali che sono stati collocati lungo le mura perimetrali esterne dello stadio provinciale, nel lato ingresso tribuna.

Presente il Sindaco di Erice Giacomo Tranchida che insieme all’assessore alla Pubblica Istruzione Daniela Toscano ha consegnato i premi ai vincitori, che consistevano in buoni  acquisto di attrezzature elettroniche del valore complessivo di € 1.500,00.[su_spacer]

Come si ricorderà il concorso venne istituito nello scorso mese di dicembre con un bando rivolto ai ragazzi delle scuole secondarie (primo e secondo grado) della Provincia di Trapani che potevano presentare dei bozzetti sui temi dello sport e della legalità.[su_spacer]

Dopo la selezione da parte di una apposita giuria dei 4 bozzetti vincitori nelle diverse sezioni del concorso, nei mesi successivi, presso ciascuna scuola, si è provveduto alla realizzazione da parte degli studenti coordinati dai docenti tutor dei pannelli murali delle opere selezionate.[su_spacer]

Le scuole vincitrici sono state la Scuola Media Statale G. Mazzini di Marsala con l’opera LO SPORT E’ SALUTE e la Scuola Media Statale A. De Stefano di Erice con l’opera PALLE E PU”PIDDI” tra le scuole secondarie di primo grado ex aequo; l’I.P.S.E.O.A. “Ignazio e Vincenzo Florio” di Erice con l’opera IL RAZZISMO E’ SEMPRE FUORI GIOCO in quella delle scuole secondarie di secondo grado; il Liceo Artistico dell’Istituto Rosina Salvo di Trapani con l’opera IL VOLTO DELLO SPORT in quella degli Istituti d’arte.[su_spacer]

 

L’iniziativa, che è stata coordinata dall’Arch. Arianna Maggio, era inserita nel programma per il decoro urbano e l’educazione civica “Un giorno per la nostra Città”.

SHARE