Castelvetrano, vendita o concessione di un’area comunale per la realizzazione di una piscina

316

Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Errante, rende noto che è stato approvato lo schema di Avviso Pubblico per la procedura di selezione per la vendita o l’affidamento in concessione in diritto di superficie di un’area di proprietà comunale per la realizzazione di una struttura sportiva natatoria ( la tanto attesa piscina per intenderci).[su_spacer]

L’area in questione si estende per circa 7.000mq ed insiste nel terreno pertinente il Centro Servizi dell’area Pip che è stato recentemente assegnato.[su_spacer]

“La realizzazione della piscina comunale era uno degli obiettivi prioritari che questa amministrazione si era posto – ha detto il primo cittadino- sia per venire incontro alla tante richieste pervenute, tra tutte anche quelle dei baby consiglieri che nelle ultime due consiliature l’avevano chiesta a gran voce, che per ampliare l’offerta sportiva sul nostro territorio. Abbiamo proceduto alla diramazione di questo avviso poiché negli ultimi mesi abbiamo ricevuto molte richieste da parte di imprenditori privati che sarebbero interessati alla realizzazione della piscina- continua Errante- e siamo convinti che questa sarà la volta buona. Questi sono i fatti concreti che offriamo alla nostra comunità, le chiacchiere le lasciamo fare ad altri. ”[su_spacer]

Nei mesi scorsi l’Amministrazione Comunale aveva ricevuto gli elaborati progettuali redatti per la realizzazione della piscina comunale, da un giovane professionista, l’architetto Anthony Morreale, che ha donato all’amministrazione il progetto per la piscina comunale, che era oggetto della propria tesi di laurea. La proposta progettuale mira alla creazione di uno spazio facilmente fruibile e aperto al pubblico. Si tratta di un organismo che si articola secondo un impianto planimetrico a ferro di cavallo, progettato per essere un centro polivalente che offre al suo interno la possibilità di fare nuoto, di assistere a conferenze, fare attività motoria sia all’interno che all’esterno, consumare un pasto, essere adibito a sala espositiva temporanea, ospitare una nursery, fino a trasformarsi luogo in grado di richiamare i giovani nelle ore notturne.[su_spacer]

L’avviso, che sarà pubblicato nei prossimi giorni sul portale comunale, prevede che gli interessati possano formulare due ipotesi una per l’acquisto, che è stato fissato in € 21,50 per mq, oppure quello per la concessione trentennale del diritto di superficie che è stato stabilito in € 6.500 annue.

SHARE