Video: Pallacanestro Trapani, Chessa e Tommasini, che accoglienza!

145

Si è da poco conclusa la conferenza stampa di presentazione di Massimo Chessa e Claudio Tommasini. Nella splendida cornice dello stabilimento balneare Isla Blanca, è stato un vero e proprio bagno di folla quello che ha accolto i due nuovi innesti del roster granata, con circa 150 persone coinvolte, tra tifosi e giornalisti. A fare gli onori di casa sono stati l’amministratore delegato Julio Trovato e il coach Ugo Ducarello, prima di lasciare la parola proprio a Chessa e Tommasini, che alla fine si sono anche piacevolmente intrattenuti con gli appassionati presenti, per le prime foto e i numerosi saluti di benvenuto.[su_spacer]

[su_vimeo url=”https://vimeo.com/134012038″]

Julio Trovato (amministratore delegato Pallacanestro Trapani): ”Massimo Chessa e Claudio Tommasini sono due atleti con i quali ho già avuto il piacere di collaborare e sui quali mi sento sinceramente di puntare. Sono particolarmente felice di essere io a presentarli e ringrazio il nostro pubblico per questa splendida accoglienza, che sta subito mostrando il calore che questa città sa offrire. Stiamo lavorando intensamente, insieme al coach Ugo Ducarello, per la costruzione della nuova squadra e siamo molto soddisfatti del roster che pian piano sta prendendo forma. Ormai sono a Trapani da più di un anno e ho ricevuto tantissimi stimoli e spunti, che vanno in tutte le direzioni: la bravura della nostra società dovrà essere quella di imparare dagli inevitabili errori che si commettono e continuare a crescere. La sfera tecnica, in questo senso, deve accompagnare a tutto tondo quella organizzativa”.[su_spacer]

 

Ugo Ducarello (coach Pallacanestro Trapani): “Sono orgoglioso di avere qui Claudio Tommasini e Massimo Chessa, perché entrambi hanno già dimostrato con forza quanto ci tengano ad iniziare questa nuova avventura a Trapani. La voglia di giocare che li contraddistingue sarà l’arma in più che li spingerà a dare tutto quello che hanno. Considero Tommasini e Chessa due prime scelte nel proprio ruolo. Non nego che abbiamo trattato anche degli altri atleti in alternativa, ma alla fine sono felice di avere loro due per la prossima stagione. Massimo è un giocatore sanguigno, grintoso e tenace. Partirà dalla panchina, ma è un esterno che potrebbe giocare titolare in diverse squadre di questo campionato. E’ uno che può dare tantissimo e la fortuna utilizzarlo da sesto uomo, un’intenzione che ho condiviso fin da subito con lui stesso, è un lusso che lo renderà importantissimo per la nostra squadra. Tommasini, invece, è un ottimo giocatore di squadra, versatile ed abile ad adattarsi in qualsiasi circostanza per il bene della squadra. La sua stazza è certamente la dote che lo contraddistingue, ma ciò non deve lasciare travisare il suo valore tecnico, che lo rende estremamente affidabile in cabina di regia”.[su_spacer]

 

Massimo Chessa (guardia Pallacanestro Trapani): “Sono felice di essere a Trapani e devo dire che il saluto che questa città mi sta riservando è letteralmente fantastico. Ho ottime sensazioni e sono contento di avere la possibilità di giocare insieme a Claudio Tommasini, un atleta con il quale non ho mai condiviso la squadra, ma con cui, ne sono certo, ci completeremo benissimo. Nella mia carriera ho già giocato da sesto uomo e questo mi ha insegnato quanto si possa essere utile anche così. Anzi, ad essere sincero, credo che partire dalla panchina sia la situazione tecnica ideale per esprimere le qualità che possiedo. Cosa mi ha spinto ad accettare la proposta di Trapani? La presenza di Ugo Ducarello e l’enorme entusiasmo della piazza, che conosco bene. Nelle ultime due stagione ho vissuto una situazione nella quale ho giocato poco e adesso mi si presenta davanti una ghiotta occasione. Non penso a grandi obiettivi personali, né di squadra: l’importante è creare il gruppo e trovare presto un buon affiatamento. Il resto verrà di conseguenza. Sassari è la mia città e resterà per sempre nel mio cuore, ma quest’anno farò di tutto per difendere al mio meglio la maglia granata”.[su_spacer]

 

Claudio Tommasini (Playmaker Pallacanestro Trapani): “Sarà banale, ma non vedo l’ora di iniziare. Nel mondo della pallacanestro, tutti ormai sanno che realtà seria, professionale e ambiziosa sia Trapani, quindi è stata senza dubbio la decisione giusta quella di accettare la proposta che mi è arrivata. Conosco diverse persone che sono state in qualche modo legate a questa città ed è incredibile come tutte ne siano rimaste incantate. Il nostro lavoro è dare il massimo sempre e comunque, ma, se si vuole vincere, la differenza la fanno quei gruppi nei quali si sta così bene che alla fine ci si diverte anche. Per essere solidi come squadra si parte sempre dalla sfera umana. Invito il pubblico a seguirci da vicino e non farà fatica ad apprezzare fin da subito il nostro impegno. Sono convinto che potremo toglierci delle belle soddisfazioni”.

SHARE