Il Movimento “Progetto per Trapani” chiede la rimozione di alcune campane bruciate

139

Il movimento “Progetto per Trapani – Uniti per la Sicilia”, nonostante la richiesta all’amministrazione del 26 giugno scorso di lavaggio dei cassonetti della spazzatura per l’odore nauseabondo proveniente dagli stessi – probabilmente anche a causa delle temperature elevate- segnala che “ad oggi l’amministrazione non solo non ha provveduto ma non ha neanche rimosso dalle strade alcune campane per la raccolta di vetro o plastica che sono state incendiate”.

“Ci riferiamo – sottolineano gli esponenti del movimento – in particolare alle campane oggi bruciate in via Archi vicino ad un negozio di ferramenta e in via della Pace vicino ad un noto supermercato. Cattivo odore viene anche segnalato dagli abitanti della zona del porto peschereccio “Scalo d’Alaggio” al Centro Storico. Considerata la centralità delle strade, i cittadini denunciano tale stato. Facendoci portavoce degli abitanti delle zone, invitiamo ancora una volta il Sindaco e l’Amministrazione ad attivarsi per rimuovere immediatamente le suddette campane bruciate e bonificare l’area, ed a procedere al lavaggio dei cassonetti sparsi per la città, non solo per motivi di salute pubblica ma anche per motivi di decoro urbano e per non danneggiare ulteriormente l’immagine della città di Trapani. In caso di inottemperanza non esiteremo a rivolgerci all’Autorità Giudiziaria”.

SHARE