Erice: accolta con favore istanza Co.Di.Ci., spostati due parcometri del lungomare

176

Accolta con favore dal Sindaco di Erice Giacomo Tranchida e dalla SOES, che gestisce i parcheggi a pagamento a Erice, la richiesta dell’Associazione “CO.DI.CI – Centro per i Diritti del Cittadino”, di spostare due parcometri (QUI)sul versante del marciapiede dove insistono le strisce blu. In particolare, solo 5 giorni addietro, il Segretario di Codici Trapani, Avv. Vincenzo Maltese, aveva evidenziato il disagio per alcune mamme con bambini, di dover attraversare due volte la strada per munirsi di biglietto di parcheggio avanzando l’opportunità di spostare le due colonnine che si trovano sul versante mare, dove oggi insiste la pista ciclabile.[su_spacer]

IMG_2332“Ringrazio sia il Sindaco di Erice che la SOES per il tempestivo intervento che va in favore di tante famiglie che in questo periodo si riversano nei Lidi del lungomare ericino”-, commenta soddisfatto il Segretario di Codici Trapani, Vincenzo Maltese. “Questo  spostamento dei due parcometri di pochi metri, in linea d’aria, risolve criticità in termini di sicurezza viaria ma soprattutto pone fine ai disagi manifestati più che altro da mamme che vanno al mare con i loro figlioletti. Il nostro intervento come associazione che tutela il cittadino e la collettività intera sarà sempre in un contesto di  miglioramento delle condizioni di vita sociale, ponendo alla pubblica amministrazione tanto il problema quanto la soluzione” -, conclude l’Avv. Maltese.[su_spacer]

Per  il Responsabile di zona della SOES, Maurizio Tommasini, “la proposta era da condividere e si è deciso di intervenire tempestivamente, soprattutto adesso che con la ciclabile non esistevano più le strisce blu su quel versante”.[su_spacer]

Mentre per il Sindaco di Erice Giacomo Tranchida, “se una segnalazione di intervento  è costruttiva ed è finalizzata a migliorare le condizioni di vita delle famiglie e dei cittadini, che ben venga. In questo caso, la questione prima e la soluzione poi, evidenziata dall’Associazione Codici, anche per per motivi di sicurezza stradale, ci è sembrata valida e meritevole”.

 

SHARE