San Giuliano, bagnina del Lido Polizia penitenziaria mette in salvo due bagnanti

201

Nella giornata di ieri, nella spiaggia di San Giuliano, nelle acque antistanti il Lido della Polizia Penitenziaria, la bagnina Sonia Naso ha salvato a distanza di poche ore, ben due persone in difficoltà a causa della forte corrente marina. [su_spacer]

Il primo intervento è avvenuto intorno alle ore 15, quando una bagnante di 45 anni non riusciva più a tornare a riva. Intorno alle 16.20, invece, la bagnina si è resa protagonista del salvataggio di un 13enne che, colto da malore, stava quasi per annegare. Il ragazzo, annaspando, aveva già bevuto dell’acqua di mare. La giovane bagnina, quindi, con l’aiuto di Antonino Verde, altro bagnino libero dal servizio, ha raggiunto con il pattino il bagnante, traendolo in salvo.[su_spacer]

Dopo i primi soccorsi, è stata chiamata un’ambulanza del 118 che, giunta in pochi minuti, ha trasportato il giovane presso il vicino ospedale Sant’Antonio Abate.
La giovane bagnina ha ricevuto i complimenti di tutti i bagnanti presenti alle fasi del salvataggio.  In merito, il Comandante della Polizia Penitenziaria, Giuseppe Romano, ha dichiarato: “Quest’anno, a causa della grave carenza di personale di polizia penitenziaria, il servizio di assistenza bagnanti del Lido è stato affidato a bagnini esterni, facenti parte dell’Associazione Acquarius, giovani preparati e attenti che svolgono il loro lavoro con competenza e serietà e che confermano la bontà della scelta effettuata”.

SHARE