Marsala, il Movimento 5 stelle attacca Di Girolamo: “Cercasi disperatamente sindaco vero”

132

“Ci si accorge, dopo appena 44 giorni dal ballottaggio, che Marsala non ha un sindaco vero. Colui che è uscito vincitore dalla competizione elettorale, ossia Alberto Di Girolamo, si è finora rivelato un sindaco di rappresentanza e non di sostanza”. Ad affermarlo una nota degli esponenti del Movimento 5 stelle di Marsala. Nota che riportiamo integralmente di seguito.[su_spacer]

“Ha partecipato alle inaugurazioni di parcheggi costruiti da altri, alle consegne di defibrillatori donati da altri, ad eventi commemorativi organizzati da altri. E in Consiglio Comunale manda gli altri, assessori senza delega, a parlare di bilancio o cultura invece di confrontarsi in prima persona con i rappresentanti dei cittadini. Noi del MoVimento 5 Stelle ci chiediamo come il nostro sindaco spenda le sue giornate. Forse crede di essere ancora il primario di un reparto ospedaliero con i suoi esigui 80 dipendenti? O crede che il compito del sindaco si svolga alla stregua di quello del cardiologo, nel silenzio di uno studio medico? Ha forse bisogno di serenità e tranquillità per rendersi conto che è stato chiamato alla guida della quinta città della Sicilia? Caro sindaco, lei sta dimostrando di essere il fallimento maggiore di una città fallita, trucidata da anni di mala politica. Chi l’ha votata si è fatto abbindolare dai suoi castelli di sabbia, dalla sua promessa di dimezzarsi lo stipendio, dal suo programma dove le parole non ci sono più, spazzate via dal vento d’estate. Perché, se lei avesse scritto qualche parola di ciò che forse è stato scritto da altri, avrebbe ricordato la sua idea di Agro marsalese e della valorizzazione della vendemmia e dei siti archeologici come eventi culturali da presentare al Libero Consorzio dei Comuni per introitare i €233.700 come risarcimento dei disagi della guerra in Libia del 2011. Lei e la sua squadra avete invece preparato, nel più totale riserbo, una proposta che dovrete ben camuffare per essere accettata: completare il Monumento dei Mille non è un una proposta progettuale in cui trovi spazio l’organizzazione di un evento da tenersi sul territorio comunale. E lei, sindaco, non si è neanche degnato di rispondere alla richiesta in merito inoltrata dal presidente della VII Commissione, il portavoce del M5S Aldo Rodriquez. Tutto ciò l’abbiamo saputo, appena pochi minuti prima della scadenza dei termini per la presentazione della proposta, da parte del Presidente del Consiglio Comunale Enzo Sturiano, suo assessore, dietro le pressioni del nostro portavoce. Caro Sindaco, le ricordiamo che lei è al servizio della città e dei cittadini ai quali deve rispondere di ogni azione sua e della sua giunta. Le ricordiamo che lei sta battendo qualsiasi guinness dei primati non assegnando le deleghe agli assessori. Comprendiamo che anche questo è per lei un problema: ha barattato il futuro dei marsalesi per gli accordi politici con i vari Ruggirello, Oddo e Gucciardi. Gli stessi accordi che adesso la stritolano come un malfatto nodo di cravatta. Abbiamo tante proposte da farle sull’Airgest, sulla raccolta dei rifiuti, sul percorso archeologico subacqueo ma la sua ripetuta assenza dal Consiglio Comunale ce lo impedisce. Lei si nasconde dal confronto politico offendendo la dignità dei consiglieri e di tutti i marsalesi. La città chiede risposte ma lei rimane muto. Tutto ciò denota quanto lei sia sì una persona per bene ma non ha né il carisma né l’autorevolezza per poter ricoprire la carica di primo cittadino. Quindi la invitiamo a battere un altro record: quello del sindaco che si dimette più velocemente. Almeno avremmo un segno della sua esistenza politica e non dovremmo cercarla a “Chi l’ha visto”.

SHARE