Video – Presentata la tappa trapanese dell’Audi Tron Sailing Series

372

E’ stata presentata stamani, presso l’ex aula consiliare del Comune di Trapani, a Palazzo D’Alì, la tappa trapanese dell’Audi Tron Sailing Series, manifestazione velica che assegnerà un titolo iridato (Melges 32), un titolo europeo (Audi Melges 20) e un titolo italiano (Melges 24) e che si svolgerà fra il 26 agosto e il 13 settembre.[su_spacer]

Alla conferenza stampa erano presenti il sindaco e l’assessore allo sport del Comune di Trapani, Vito Damiano e Caterina Bulgarella; Chiara Zarlocco, presidente dello Yacht Club Favignana, circolo nautico che ospita l’evento; Antonella Basciano e Giulio D’Alì Solina, presidente e vicepresidente del comitato organizzatore della gara (Trapani Sailing Series).[su_spacer]

[su_vimeo url=”https://vimeo.com/134935107″][su_spacer]

Ha aperto i lavori Caterina Bulgarella, Assessore allo sport del Comune di Trapani che patrocina l’evento. «Il Comune cercherà di rendere la città accogliente non solo per gli equipaggi ma anche per i turisti che vorranno assistere alla manifestazione sportiva. Durante le tre settimane di gare saranno organizzati degli eventi nella banchina prospiciente l’area dove si trova la tensostruttura del porto. Ma intendiamo organizzare anche delle notti bianche nella zona del centro storico».[su_spacer]

 

Presente anche il sindaco di Trapani, Vito Damiano. «Il Comune di Trapani ha dato la sua massima disponibilità affinché si possa ospitare questo importante evento velico. È un’opportunità che ci è stata offerta e che abbiamo raccolto al volo. Metteremo a disposizione servizi, strutture e quant’altro per far sì che la manifestazione si svolga nel migliore dei modi».[su_spacer]

 

È intervenuta anche Chiara Zarlocco, presidente dello Yacht Club Favignana che si occuperà della parte sportiva, dunque in mare, della manifestazione. «Sono onorata e orgogliosa di poter contribuire col Circolo allo svolgimento di queste tre regate, a seguito della richiesta delle Federazioni internazionale e nazionale della vela. Serviva infatti un circolo che potesse sostenere tutta l’attività sportiva in mare. Abbiamo dato il nostro consenso e siamo contenti di poter supportare la città di Trapani che con queste regate potrà avere un buon ritorno sotto il profilo turistico ed economico. L’obiettivo è promuovere un’attività per la quale la città di Trapani – ricordiamo bene l’America’s Cup – è predisposta in maniera praticamente innata».[su_spacer]

«Siamo lieti di presentare l’unica tappa siciliana di un evento velico di rilevanza mondiale– ha dichiarato Antonella Basciano, presidente della Trapani Sailing Series -. Trapani ritornerà ad essere capitale della vela. Il nostro comitato, in collaborazione con il Comune di Trapani, ha già attivato la macchina organizzativa con il massimo impegno, affinché la città possa rivivere l’entusiasmo e la partecipazione che hanno contraddistinto Trapani nelle precedenti manifestazioni veliche».[su_spacer]

«Intendo ringraziare la Capitaneria di Porto per il supporto che ci hanno dato, il Comune di Trapani e lo Yacht Club Favignana – queste le parole di Giulio D’Alì, vicepresidente della Trapani Sailing Series -. I trascorsi di questa città nel campo della vela sono ben chiari a tutti. Trapani è stata scelta per questo motivo ma anche per le condizioni meteo marine. Arriveranno a Trapani una novantina di imbarcazioni. Un mese di regate in cui saremo impegnati sia in mare che a terra. Non è un impegno soltanto di sport. Sarà attrezzata un’area village sotto la tensostruttura alla banchina di via Ammiraglio Staiti. Ci sarà un’area hospitality vip Audi che ospiterà tutti gli atleti che faranno parte della regata. Ci saranno moltissimi nomi di grande spessore».[su_spacer]

Audi Sailing Series

Audi tron Sailing Series è un importante circuito velico internazionale che coinvolge tre categorie di imbarcazioni:
Melges 20, Melges 24 e Melges 32.

Nel 2015, sono cinque le tappe che ospitano gli equipaggi e le flotte: Loano, Porto Venere, Riva del Garda, Porto Ercole,Trapani e infine Luino come ultima tappa del circuito.

La regata si caratterizza per il rispetto dell’ambiente, che evidenzia il naturale legame tra l’Audi e il mondo della vela, entrambi attenti a concetti come innovazione e sostenibilità. L’Audi Tron Sailing Series è, infatti, considerato il circuito velico con il minor impatto ambientale al mondo.

Trapani, città del Sale e della Vela, dopo la magnifica esperienza della Louis Vitton Cup del 2005, sarà palcoscenico della 5o tappa del circuito internazionale Audi Tron Sailing Series 2015.

Dal 24 agosto al 13 settembre le tre flotte, infatti, solcheranno il mare di Trapani regalando lo spettacolo della grande Vela e assegnando un titolo iridato ( Melges 32 – dal 26 al 30 agosto ), un titolo europeo ( Melges 20 – dal 3 al 5 settembre ) e un titolo italiano ( Melges 24 – dal 11 al 13 settembre ).

Calendario Circuito 2015

o    LOANO (SV) dal 03/04/2015 al 19/04/2015

o    PORTO VENERE (SP) dal 01/05/2015 al 17/05/2015

o    RIVA DEL GARDA (TN) dal 22/05/2015 al 07/06/2015

o    PORTO ERCOLE (GR) dal 10/07/2015 al 26/07/2015

o    TRAPANI dal 24/08/2015 al 13/09/2015

o    LUINO (VA) dal 08/10/2015 al 11/10/2015[su_spacer]

Programma

Dal 24 agosto al 13 settembre le tre flotte solcheranno il mare di Trapani regalando lo spettacolo della grande Vela assegnando un titolo iridato (Melges 32 – dal 26 al 30 agosto), un titolo europeo (Melges 20 – dal 3 al 5 settembre) e un titolo italiano (Melges 24 – dal 11 al 13 settembre).

 

dal 26/08/2015 al 30/08/2015

World Championship

Da anni protagonista indiscusso delle Audi tron Sailing Series, il Melges 32 è il più grande tra gli scafi inclusi nel circuito organizzato da B-Plan Sport&Events. Nato nel 2005 da un disegno di Reichel-Pugh, il Melges 32 è lungo 9,70 metri, ha un baglio massimo di 3 metri e una superficie velica complessiva di 186 metri quadri. Realizzato in fibra di vetro, ha timone e chiglia in fibra di carbonio e linee d’acqua studiate per facilitare la planata. L’equipaggio si compone di otto-nove persone e non può eccedere i 629 chili. A bordo, oltre al timoniere, che il regolamento impone coincidere con l’armatore o comunque con un non professionista, sono presenti randista, tattico, due trimmer, drizzista, aiuto prodiere e prodiere. Nel corso del 2014 ad egemonizzare il circuito è stato Synergy; il team russo di Valentin Zavadnikov ha avuto la meglio su Audi e-tron, Spirit of Nerina e Torpyone. Altro equipaggio di punta è risultato quello di Robertissima, vincitore dell’Europeo di Riva del Garda e della frazione di Talamone.[su_spacer]

dal 03/09/2015 al 05/09/2015

European Championship

Ultimo nato tra i one design prodotti dalla Melges Performance Sailboats – il riconoscimento ISAF è giunto verso la fine del 2012 e il primo titolo iridato è stato assegnato a Key Largo sul finire del 2013 – l’Audi Melges 20 è un monotipo owner-driver disegnato da Reichel-Pugh e destinato a equipaggi composti da un massimo di tre-quattro persone. Se da un lato vieta l’hiking – chi è a bordo deve avere sempre i piedi appoggiati in pozzetto – il regolamento di classe non pone limitazioni circa il peso complessivo dell’equipaggio e ogni team è solito trovare il proprio assetto ideale. Vincitore delle Audi tron Sailing Series Simoneschi, vincitore delle ultime tre ranking list mondiali. 2014 è stato Monaco Racing Fleet di Guido Miani, che si presenterà al via della nuova stagione più determinato che mai a difendere il titolo dagli assalti dei vari Maolca, Customly, Mascalzone Latino, Atlantichina e Audi g-tron.[su_spacer]

dal 11/09/2015 al 13/09/2015

Italian Championship

Disegnato da Reichel-Pugh all’inizio degli anni novanta e prodotto in quasi mille esemplari, il Melges 24 è la novità delle Audi tron Sailing Series 2015 e rispetto agli Audi Melges 20 e ai Melges 32 è l’unica a non imporre l’armatore al timone. Dettaglio che, insieme alla reattività, alle prestazioni e all’elevato livello tecnico espresso dalla flotta, lo ha reso uno dei one design di riferimento. L’equipaggio del Melges 24 si compone di quattro-cinque persone a seconda del peso, che non può in alcun caso superare i 375 chili. I ruoli a bordo sono ben definiti: timoniere, che è solito occuparsi anche della regolazione della randa, tattico, trimmer, drizzista e prodiere. Tra i massimi interpreti della classe vanno citati Lorenzo Bressani, tre volte campione iridato alla barra di Uka Uka Racing, e Flavio Favini, due volte campione del mondo con Blu Moon; vanta poi un titolo mondiale, vinto nel 2005 a Key Largo sotto le insegne di Luna Rossa, anche lo skipper di Oracle Team USA, James Spithill. Da alcune stagioni a questa parte il leader indiscusso della classe è Audi tron di Riccardo Simoneschi.

SHARE