Articolo 4, Sveglia attacca Damiano: “Cittadini travolti dalle menzogne e dai tentativi di prendere in giro la città”

208

“Il gruppo di Articolo 4 ha sempre occupato le file dell’opposizione, in consiglio comunale, al sindaco Vito Damiano. I ventilati accordi di cui ha parlato alla stampa non hanno fondamento ed è il gruppo stesso a smentire le richieste finalizzate a garantire equilibri politici”. Ad affermare ciò è il capogruppo consiliare di Articolo4, Nicola Sveglia.

“I consiglieri comunali -continua- hanno solo atteso che il Sindaco si mostrasse capace di amministrare, per il bene della città; motivo per cui non lo si è mai voluto sfiduciare, rispettando l’espressione di voto dei cittadini. 

Ma dal momento che lui stesso critica la politica locale di cui dice di prendere le distanze, un richiamo è necessario poiché dimentica di esserne la massima espressione. Damiano, sin dal suo insediamento, ha assunto un atteggiamento da sistema militare, ignorando il suo ruolo e la circostanza, prettamente politica, in cui è chiamato ad operare.

Il primo cittadino accusa i gruppi consiliari seguire soltanto interessi, ma farebbe meglio a controllare sull’operato della sua giunta e sugli interessi di ciascun singolo assessore, cominciando a fare chiarezza in merito all’avviso pubblico per l’individuazione di collaboratori per il servizio di informazione turistica di via Torrearsa, Palazzo Cavarretta, indetto dall’assessore al Turismo Caterina Burgarella. Sono tre le associazioni ad aver fatto richiesta ma che, ad oggi, non hanno ricevuto risposta. Tranne una, l’Usmi, che ha presentato domanda, per ultima, per un tirocinio all’interno dell’info point, e ha già iniziato la propria attività i primi di luglio.

Il lavoro della giunta comunale di Trapani continua a suscitare scontento da parte dei cittadini che sono costretti a subire decisioni imposte come l’ultima riguardante il divieto di passaggio dei pullman sul lungomare. A tal proposito l’amministrazione ha rimediato comunicando un accordo raggiunto con la compagnia Segesta Internazionale, che a sua volta ha smentito pubblicamente”.

“Ci troviamo travolti dalle menzogne e da vani tentativi di prendere in giro la città che ha posto fiducia in questo Sindaco” – conclude Sveglia che, a nome degli altri consiglieri, lo invita ad “una riflessione di umiltà per dimettere le proprie funzioni nella consapevolezza di un ruolo a lui non adeguato”.

SHARE