Incendio Erice, l’Osservatorio per la Legalità e CO.DI.CI. integrano Esposto-Denuncia del 13 giugno scorso

134

Le Associazioni CODICI Trapani rappresentanza territoriale del CODICI – Centro per i diritti del cittadino – e l’Associazione  “OSSERVATORIO per la Legalità”, entrambe rappresentate dall’Avv. Vincenzo Maltese, che tra i loro scopi intendono la tutela dell’ambiente e del territorio e per tutte quelle ipotesi di lesione di interessi collettivi, con l’incendio di oggi 31 luglio, tutt’ora in corso, intendono depositare INTEGRAZIONE DI ESPOSTO-DENUNCIA PER FATTI RIGUARDANTI L’INCENDIO DIVAMPATO IL 13 GIUGNO SCORSO.[su_spacer]

“Le fiamme, come al solito alimentate dal caldo vento di scirocco, stanno divorando ettari di macchia mediterranea sul versante nord della montagna di Erice, con i CANADAIR in azione sin dalle prime ore dell’alba. Alla luce dei fatti accaduti il 13 giugno scorso rispetto ai quali avevamo posto i seguenti argomenti/spunti di indagine che qui riassumiamo (mancata scerbatura in area demaniale, di spettanza della Regione Sicilia, alle responsabilità  in capo alla Regione – Azienda Demanio Foreste, per avere omesso a provvedere a fare gli indispensabili viali parafuoco, ad ogni responsabilità in ordine al mancato tempestivo intervento degli agenti di pronto intervento, del distaccamento Forestale, per verosimile assenza degli stessi, alla mancata scerbatura antincendio delle strade di competenza della ex Provincia di Trapani, oggi Libero Consorzio dei Comuni, gestito da Commissari straordinari nominati periodicamente dal Presidente Crocetta, e quindi causalmente riconducibili allo stesso; ogni altro accertamento in ordine a  tutti i reati commessi anche per omissione che che questa A.G. riterrà opportuno) chiediamo ancor di più che si accertino tutte le responsabilità anche e soprattutto in ordine a perduranti omissioni, e in particolare sull’avvio o meno della campagna antincendio. Omissioni che oggi hanno consentito, a distanza di 45 giorni, che la mano dell’uomo CRIMINALE, agisse indisturbata! [su_spacer]

Anche per questi fatti, CODICI chiederà il risarcimento dei danni nell”eventuale ed auspicato processo a carico dei responsabili”.

SHARE