Sorgerà a Trapani monumento per i caduti trapanesi della II^ Guerra Mondiale

269

Un accordo per la realizzazione di un monumento per ricordare le vittime civili cadute a Trapani sotto i bombardamenti del 6 aprile 1943, sarà siglato lunedì 10 agosto, alle ore 11, presso l’ex aula consiliare di Palazzo D’Alì, tra il Prefetto Leopoldo Falco in qualità di Presidente del Comitato Commemorativo e il Sindaco di Trapani Vito Damiano.[su_spacer]

Sono ancora vive, in molti trapanesi, le conseguenze del secondo conflitto mondiale. Trapani, per la sua posizione strategica e geografica, fu destinata a subire catastrofici danni diventando, l’11 giugno 1940, la prima città italiana colpita dai bombardamenti, con successive 28 incursioni aeree notturne e diurne.

Tra queste incursioni aeree la più terribile fu quella del 6 aprile 1943, la cui onda distruttiva fu accresciuta, anche, dai rifugi antiaerei inidonei, dai servizi di soccorso inefficienti ed, in generale, dall’impreparazione della popolazione verso gli effetti di un conflitto di tale portata.[su_spacer]
A seguito del protocollo d’intesa il Comune si impegnerà all’individuazione dell’area su cui sorgerà il monumento ed al rilascio della relativa documentazione abilitativa necessaria alla realizzazione dell’opera. Consentirà, inoltre, l’utilizzo di due colonne e due capitelli del Teatro Garibaldi, in atto custoditi al Museo Pepoli, che in ogni caso resteranno di proprietà del Comune di Trapani.

SHARE