Giovanni Caccamo incanta il pubblico di Erice

137

Giovanni Caccamo, giovane talento siciliano, vincitore di “Sanremo 2015 Nuove Proposte”, è riuscito ieri sera ad incantare il pubblico di Erice con la sua voce, la sua musica, le sue canzoni. Caccamo ha interloquito per tutto il concerto con il pubblico presente, rispondendo tranquillamente e in qualche caso ironicamente alle loro domande.[su_spacer]

Ha raccontato utilizzando la sua voce, la sua musica e le sue canzoni la sua vita di giovane artista, regalando emozioni che hanno toccato le corde dell’anima di ognuno dei presenti. Ha proposto diversi brani del suo primo album, come quello presentato a Sanremo 2015 con il quale ha vinto “Nuove Proposte” e il brano scritto da lui per Malika Ayane, sempre per Sanremo 2015 arrivato terzo, dopo Nek e il Volo.[su_spacer]

Giovanni Caccamo ha anticipato ieri sera che presto uscirà il suo secondo album, già in via di definizione e che presto avremo modo di ascoltarlo. Ha interagito intelligentemente con Placido Salomone, polistrumentista che lo ha accompagnato sul palco con grande maestria. Poi a sorpresa sul palco è salita un’amica, anche lei siciliana, una giovane artista di Ragusa, Debora Jurato, che abbiamo visto ad “Amici”, il format di Maria De Filippi. Prima un duetto, poi da vero “gentlemen british” ha lasciato il palco a Debora Jurato che ha eseguito un brano di Lucio Dalla lasciando tutti a bocca aperta. Musicista, cantante, autore, artista poliedrico e completo, questo è Giovanni Caccamo. Un artista con una marcia in più che già prima di diventare famoso si è “inventato” un nuovo modo di esprimersi con i suoi “Live at home”. Un originale format che lo ha portato ad esibirsi nelle case della gente, nelle biblioteche, nelle chiese e in luoghi davvero particolari, in Italia e all’Estero, e tra le esibizioni lui ha ricordato le ultime a Gerusalemme e Tel Aviv. Il nuovo “Live at home” di Caccamo prevede oltre 54 date che lo vedranno esibirsi ancora una volta in Italia e in Europa. Oltre mille e duecento le richieste arrivate al giovane talento siciliano. Un successo davvero importante per questo giovane artista che nel corso del concerto non ha esitato a lasciare microfono e tastiera per accontentare i suoi fan per il selfie di rito. Lui ha fatto di più li ha voluti sul palco per immortalare anche lo splendido scenario alle loro spalle, il Castello di Venere. Il concerto infatti per motivi legati alle condizioni metereologiche è stato spostato lungo il belvedere di Erice, con uno scenario straordinario: il Castello e le Torri del Balio.[su_spacer]

Le manifestazioni estive del “VenusVinus” – Erice summer Music 2015, organizzate da AKDM.it con la direzione artistica di Angelo Spataro, con il Patrocinio del Comune e di FondazioneEriceArte, continuano anche stasera. Sul palco ci saranno i – “Qbeta” – gruppo musicale siciliano, una “band etno funky mediterranea”. Numerosi gli interventi della band di Solarino, ad importanti manifestazioni musicali nazionali ed internazionali. Dal Brasile, al Texas, alla Spagna, passando anche per il grande concerto del 1 maggio a Roma. Tantissime le presenze anche in importanti trasmissioni radiofoniche: da Fiorello e Baldini “Viva Radio2”,“Caterpillar” la “Zanzara” di Cruciani. Tantissima “Produzione discografica” quella creata in questi anni dalla Band siciliana dei – Qbeta – e che stasera riproporrà al pubblico di Erice. Appuntamento quindi alle 21,00 al Castello di Venere. “VenusVinus” dopo stasera ritornerà il 19 agosto con Lello Analfino, il 20 con Mario Incudine, il 21 con Alessandra Salerno e il 22 agosto chiuderà Manola Micalizzi.

SHARE