Oltre 15mila presenze per Giusy Ferreri al Parco Archeologico di Selinunte

145

Oltre 15mila persone hanno riempito la spianata davanti il tempio di Hera, all’interno del Parco Archeologico di Selinunte per assistere al concerto della cantante Giusy Ferreri, vero e proprio evento della rassegna di spettacoli organizzati dall’Amministrazione Comunale,  #estatesereni 2015.[su_spacer]

ferreri3 ferreri1Un fiume umano che ha cantato a squarciagola i grandi successi della cantante di origini siciliane, che ha apprezzato particolarmente, sia il caloroso pubblico che il magico scenario in cui si è tenuto lo spettacolo.  Ad applaudire la cantante che ha stravinto la gara dei tormentoni estivi con il suo “Da Roma a Bangkok” da settimane ai vertici della classifica, anche il Sindaco della città di Castelvetrano  Selinunte, Avv. Felice Errante che non ha nascosto la sua soddisfazione: “Siamo soddisfatti per aver riportato un grande evento gratuito al Parco Archeologico che dopo oltre 30 anni non vedeva una cosi massiccia presenza di persone. Siamo abituati a ragionare sui fatti non sulle sterili polemiche- continua Errante- abbiamo scommesso sulla possibilità di riaprire ai grandi eventi il Parco Archeologico di Selinunte, e grazie alla collaborazione sinergica con la regione siciliana-ass.to beni culturali, con la soprintendenza, con la direzione del Parco, credo si possa dire che la scommessa sia stata vinta. Una macchina organizzativa che ha funzionato perfettamente, sul punto mi sia consentito un ringraziamento particolare per tutti quelli che si sono spesi per la buona riuscita dell’evento, gli uffici tecnici e cultura del comune, le forze dell’ordine ed il corpo di polizia municipale che hanno garantito la sicurezza ed il regolare deflusso del post-concerto,i custodi del parco, ed ancora coloro che gratuitamente e con grande dedizione hanno prestato la loro opera come i Vigili del Fuoco, le forze di Protezione Civile, e l’assistenza sanitaria– afferma Errante- su questa strada che abbiamo aperto proseguiremo con rinnovato impegno per continuare quel percorso di crescita culturale e turistica del nostro territorio, con le auspicabili ricadute economiche per gli operatori commerciali. Ritengo con oggi archiviate le problematiche affrontate dai precedenti sindaci di questa città, che non certo per loro incapacità, hanno dovuto rinunciare per anni ad una location come quella del nostro parco da destinare a grandi eventi. Nonostante le polemiche che hanno preceduto l’evento e che certamente seguiranno, sono contento di aver visto ieri sera tanti criticoni divertirsi come gli altri”.

SHARE