Sporcizia e incuria a Trapani, movimento “Progetto per Trapani” invia lettera aperta al Sindaco Damiano

98

Il movimento “Progetto per Trapani – Uniti per la Sicilia” ha inviato una lettera aperta al Sindaco Vito Damiano, in merito ad alcuni problemi che attanagliano la città falcata. Di seguito, riportiamo integralmente il testo della lettera.[su_spacer]

parco“Egr. sig. Sindaco,
leggiamo della sua soddisfazione per il suo operato dal suo insediamento fino ad oggi per quanto fatto dalla sua amministrazione seppur con notevoli difficoltà economiche rispetto al passato, e di questo siamo consapevoli, dovute ai tagli del governo regionale e nazionale.
Comprendiamo i suoi sforzi nel portare avanti la gestione del Comune e della città intera ma non condividiamo che lei rispetto a tante criticità, non ammetta qualche défaillance. Non può non ammettere il malcontento dei cittadini, scaricando come semplici strumentalizzazioni di parti politiche certe segnalazioni, non può non ammettere lo stato scadente di pulizia e rifiuti per strada addossando agli organi di stampa (tutta?) di remare contro questa sua gestione della città. Non può infine additare responsabilità di qualsivoglia disservizio o ritardo io inefficienza ad esponenti dell’opposizione in consiglio..Fa parte della dialettica democratica politica, come lei ben sa.
Considerato che tante segnalazioni sono rimaste inevase fino ad oggi, rispetto a tanto le richiediamo: 1)  se entro il termine del suo mandato intende ripulire le strade , ad esempio la via Virgilio, via Libica e via Salemi considerato che i marciapiedi sono impraticabili; 2) se intende ripristinare le altalene alla villa Margherita e i giochi della piazza della frazione di Rilievo, visto che oggi i genitori sono indignati più di ieri, come da nostre precedenti richieste; coni3) se intende rendere fruibile il campo ex Coni e le altre strutture sportive della città; 4) se intende intervenire e come, nei confronti dei parcheggiatori abusivi e arginare il fenomeno dell’accattonaggio (a tal proposito suggeriamo la presenza di una guardiola a Piazza Vittorio Emanuele che potrebbe anche servire per informazioni); 5) se intende e quando, riaprire l’arteria dello scorrimento veloce chiuso da mesi; 6) se intende versare e quando, mantenendo l’impegno assunto con la sottoscrizione dell’accordo, la quota di comarketing per l’aeroporto di Birgi per l’anno 2015.
Per il resto sono ormai noti i notevoli ritardi nei servizi di pulizia e discerbatura delle strade periferia e frazioni. Così come è ormai noto l’immobilismo di buona parte del consiglio Comunale ormai sempre più distante dal sentimento dei cittadini, e correo di questo stato di cose. Si spera e si rimane in attesa di cortese riscontro”.
SHARE