Trapani, il Consiglio Comunale dibatte sul destino della nave romana ritrovata a Marausa

142

La seduta  odierna riapre i lavori del Consiglio Comunale di Trapani dopo la sosta estiva. Tra gli argomenti trattati merita particolare ed immediata attenzione la questione riguardante la destinazione della nave romana ritrovata dal sig. Di Bono nelle acque di Marausa lido.[su_spacer]

“A tal proposito il Partito Democratico di Trapani si fa carico di una maggiore sensibilità, invero ad oggi sentita da gran parte dei Componenti del Consiglio: non lasciare nulla di intentato al fine di portare la nave nel territorio comunale di Trapani. Il territorio ha un immediato, e futuro, interesse ad investire sulla cultura, ed il relitto ritrovato -sottolineano gli esponenti del Pd – rappresenta un’imperdibile opportunità di investimento nel settore dei beni storici e culturali, meritevole di rappresentare punto di partenza per la fondazione di un nuovo polo di interesse. Infatti, esporre l’antica nave permetterebbe di creare un sito ove attualmente non ne esistono, distribuendo più equamente le risorse archeologiche nostrane, e colmando uno spazio storico-culturale costituente patrimonio della Città e delle generazioni future. Un’occasione che senza la dovuta attenzione, questo mediocre Governo cittadino potrebbe facilmente lasciarsi sfuggire: anche la sola inerzia -tra l’altro perpetrata ormai dalle sindacature che si sono susseguite dal 1999 ad oggi-  rappresenta un danno al settore turistico che appare già fortemente danneggiato da scelte approssimative e mai programmatiche, poste in essere dal Sindaco e dalla sua giunta, ed a cui si intende porre un limite”.[su_spacer]

“Il Partito Democratico di Trapani si fa pertanto vettore e promotore di un incontro, anche nelle forme di un C.C. aperto, da svolgersi nell’immediatezza, alla prima data utile,  dove alla presenza della deputazione locale tutta, e degli esponenti di categoria, associazioni ed Enti, si tracci un percorso condiviso spezzando un’inoperosità che si è ormai resa intollerabile”.[su_spacer]

Quanto esposto è stato sostenuto e fatto proprio dal Gruppo consiliare PD, che ha relazionato sul punto attraverso il suo Capogruppo Abbruscato, ed aderendo ad un più ampio atto di indirizzo promosso dal Consigliere Barbera.

SHARE