Il consigliere Sveglia sollecita chiarimenti sull’accordo di co-marketing con Ryanair

91

Nell’ambito della discussione sull’accordo di co-marketing fra i comuni trapanesi e la Ryanair, tenutasi in occasione della seduta del consiglio comunale di Trapani, il consigliere di Articolo4 Nicola Sveglia ha sottolineato un’incongruenza con la cifra da versare, ufficialmente conosciuta, e quella effettivamente prevista nell’accordo. Nell’articolo 7, infatti, si parla di un importo di 2 milioni e duecentoventicinque mila euro, quale somma complessiva del versamento da parte di tutti i comuni. La delibera al vaglio dell’approvazione del consiglio comunale di Trapani prevede, invece, la cifra di 2 milioni e centomila euro da destinare alla società Ams, gestita da Ryanair.[su_spacer]

svegliaSveglia ha chiesto chiarimenti in merito all’uso dei centoventicinque mila euro, approfittando della presenza in aula del funzionario comunale che ha risposto dicendo che si trattava di un refuso. La stessa questione, posta all’attenzione del Sindaco Damiano, ha avuto risposta diversa; in quanto si tratterebbe di una somma destinata alla Camera di Commercio per attività di promozione. Da qui l’ulteriore richiesta di chiarimenti, da parte di Sveglia, su come sono state impiegate queste somme lo scorso anno o come si intende farlo per l’anno in corso, e chi decide in merito a questa attività. Sveglia sollecita, infatti, maggiore trasparenza per scongiurare eventuali spiacevoli conseguenze, come quelle che hanno generato, in alcuni comuni, un debito fuori bilancio a seguito dell’omissione involontaria da parte della Camera di Commercio DELL’IVA al 22% sul contratto stipulato.[su_spacer]

Una questione delicata come quella dell’aeroporto di Birgi, la sua gestione e il piano di sviluppo va affrontata con giusta attenzione. Per questo è fondamentale che ogni soggetto chiamato in causa operi con grande responsabilità nell’interesse collettivo e non personalistico” – dichiara il consigliere Nicola Sveglia.

SHARE